Marted́ 29 Settembre08:42:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A novant'anni si dichiara impotente per annullare il matrimonio

Cronaca Rimini | 12:09 - 14 Maggio 2008 A novant'anni si dichiara impotente per annullare il matrimonio

Un anziano riminese e' impegnato in una complicata causa di separazione. Per poter lasciare la moglie, e' arrivato a richiedere una perizia medica per attestare la sua impotenza. La moglie asserisce invece che il compagno e' ancora arzillo. La donna, di origine tunisina, piu' giovane di lui di diversi anni, l'aveva conosciuto quando era stata assunta come collaboratrice domestica. Il matrimonio aveva scatenato le ire dei parenti di lui accusandola di averlo fatto solo per ottenere la cittadinanza per poi abbandonarlo. Diversa la versione della donna che asserisce di essere stata buttata fuori di casa. L'oggetto del contendere e' la cospicua eredita' di lui che, in caso di divorzio, non sarebbe piu' di totale appannaggio della donna.