Luned 16 Settembre01:43:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riminesi al festival cinema Montevideo

Spettacoli Rimini | 14:29 - 28 Marzo 2010

Una delle più bizzarre vicende riminesi sbarca domani (lunedì 29 marzo) sul grande schermo della ventottesima edizione del Festival cinematografico internacional del Uruguay, rassegna considerata come il più importante appuntamento dedicato al cinema in America Latina. Il festival uruguaiano ha voluto inserire nel suo programma “Insulo de la Rozoj - La libertà fa paura”, il film documentario, prodotto da Cinematica di Rimini, che racconta l’affascinante vicenda dell’Isola delle Rose, la micronazione nata davanti alle coste della Romagna negli anni Sessanta. A rappresentare Cinematica ci sarà Roberto Naccari, che ha diretto con Stefano Bisulli il film scritto con Giuseppe Musilli e Vulmaro Doronzo.
“Insulo de la Rozoj – La libertà fa paura” fa parte dei film italiani invitati alla rassegna sudamericana, in corso dal 26 di marzo al 3 aprile, in un lotto di lavori che ricomprende anche “Vincere” di Marco Bellocchio, “Un giorno perfetto” di Ferzan Ozpetek, “Lo spazio bianco” di Francesca Comencini e  “Sanguepazzo” di Marco Tullio Giordana.

A novembre scorso la pellicola ha partecipato all’Idfa, l’International Documentary Film Festival di Amsterdam, l’appuntamento più prestigioso al mondo per il cinema documentario, facendo registrare il tutto esaurito in sala in tutte e tre le proiezioni programmate nel corso della rassegna.

Un lavoro, quello sull’Isola delle Rose, che nasce con una piccola produzione (produzione Cinematica di Rimini col contributo dell’Emilia-Romagna Film Commission e Provincia di Rimini), e che sta raccogliendo consensi nelle più importanti manifestazioni internazionali di film e documentari.  

Guarda il trailer del film (cinematica.it)