Sabato 07 Dicembre17:31:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Le multe aiutano la sicurezza stradale: Rimini reinveste oltre 11 milioni di euro di sanzioni

Attualità Rimini | 13:35 - 31 Maggio 2017 Le multe aiutano la sicurezza stradale: Rimini reinveste oltre 11 milioni di euro di sanzioni

Sono oltre 11 i milioni di euro che il Comune di Rimini ha reinvestito e reinvestirà tra i 2016 e il 2017 nella manutenzione delle strade e più in generale per il miglioramento della sicurezza stradale traendo il finanziamento della spesa dalle sanzioni amministrative pecuniarie per la violazione del Codice della strada.

La Giunta comunale ha infatti disposto con due delibere la destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie per le infrazioni al Codice della Strada rendicontando le quote destinate a consuntivo per il 2016 e al contempo approvando il preventivo nel Bilancio 2017, da cui emerge una cifra ben superiore a quanto richiesto dall’art. 208 del Codice che la legge fissa al 50% del totale. Sono stati 5.844.124,76 infatti le spese finanziate nel 2016, mentre ammontano a 5.266.369,59 quelle previste per l’anno corrente.

Tra i capitoli che hanno registrato nel 2016 una maggior spesa è stato con 2.650.524,18 euro quello della manutenzione delle strade e del patrimonio stradale comprensivo delle spese sia di parte corrente che di parte straordinaria.

Pari a 1.338.898,16 euro le spese per la segnaletica stradale a cui se ne aggiungono 120.000 per l’attuazione delle ordinanze sindacali di modifica della circolazione, mentre ammontano a 1.703.137,21 euro le spese previste dal capitolo per il potenziamento delle attività di controllo e accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale. Tra le diverse spese finanziate da segnalare quelle per l’educazione stradale nelle scuole, che ammonta a oltre 16.000 complessivi.

Nella stessa seduta la Giunta ha approvato la destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative anche per il bilancio previsionale 2017, confermando la volontà anche per l’anno in corso di effettuare investimenti maggiori rispetto a quanto richiesto dalla legge, ovvero prevedendo interventi per le finalità indicate dall'art. 208 del codice della strada per un importo complessivo di 5.266.369,59 euro anziché 4.975.000, ovvero il 50% della previsione d’entrata contenuta nel Bilancio di Previsione (9.950.000 euro) depurato dalle voci previste dalla legge.