Venerd́ 07 Maggio19:46:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, tre giorni di festa dedicati all'inclusione con gara di cucina e una speciale pedalata

Attualità Santarcangelo di Romagna | 15:21 - 22 Maggio 2017 Santarcangelo, tre giorni di festa dedicati all'inclusione con gara di cucina e una speciale pedalata

 
Venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 maggio torna a Santarcangelo la Festa della Solidarietà. L’iniziativa  -promossa dall’Amministrazione comunale (assessorato ai Servizi sociali) e dalla Consulta comunale delle associazioni di volontariato e delle cooperative sociali – celebra e promuove i valori dell’inclusione e della solidarietà. In particolare, la 21ma edizione della festa è dedicata al tema dell’ospitalità, declinato attraverso numerose iniziative: presentazioni di libri, concerti, conferenze, laboratori di cucina e danza.

 
Come di consueto, a inaugurare la festa sarà la Ligaza, in programma venerdì 26 maggio dalle ore 19 in piazza Ganganelli. La serata proseguirà con lo spettacolo musicale di Mirella Domeniconi (ore 21), l’intervento di Carlo Pantaleo per la presentazione del progetto regionale Caregiver Day (ore 21,15) e lo spettacolo “Sorrisi in movimento”, che vede la partecipazione di artisti con disabilità, educatori della cooperativa sociale La Fraternità e allievi di danza classica, moderna e breakdance dell’associazione culturale AG23 (ore 21,30).
 

Sabato 27 maggio sarà invece una giornata tutta dedicata a cucina e musica senza confini con “Azdòura Remix”: idee, sapori e suoni in libertà organizzata in collaborazione con l’associazione Recidivo. Si parte alle ore 17,30 al Supercinema (sala Wenders) con “Mi casa es tu casa?”, un incontro per riflettere su un concetto solo apparentemente semplice: la casa, oggi al centro di dibattiti a livello sia locale che mondiale. La casa può essere da preservare, da conquistare, quella da cui si sta scappando o che si tenta di ricostruire altrove, o ancora la casa come luogo d’incontro con l’altro e dell’ospitalità. Durante l’incontro sarà proiettato il documentario “The Method” della regista riminese Michela Monte, che racconta la resistenza organizzata degli abitanti di Brooklyn contro la speculazione immobiliare che sfrutta le mode del mercato per quadruplicare i prezzi degli affitti o sfrattare senza preavviso le famiglie. Al termine, insieme a lei parleranno di casa, ospitalità e relazioni Eva Neklyaeva (direttrice del Festival internazionale del teatro in piazza), il musicista Cesare Dell’Anna, John Andrew “Andy” MacFarlane, in rappresentanza della comunità Mutoid e il parroco di Santarcangelo don Andrea Turchini. A moderare l’incontro sarà Gigi Riva, caporedattore centrale del settimanale L’Espresso.
 

“Azdòura Remix” prosegue poi alle ore 19 con la “Gara di cucina in piazza: la tradizione si apre al mondo”. In piazza Ganganelli saranno allestite postazioni di cucina a vista dove le associazioni di volontariato del territorio prepareranno piatti di pasta fresca della tradizione romagnola arricchiti da un ingrediente etnico. Gli stessi piatti saranno preparati anche da un catering, che insieme alle associazioni li distribuirà in assaggio gratuito a tutti i presenti (ingresso libero). All’iniziativa partecipano cooperativa Akkanto, Comunità Aretè, Banca del Tempo, L’Incontro, Centro Sociale Franchini, Araba Fenice, Azione Cattolica e Famiglie in Cammino.
 

Sarà invece il concerto della band Opa Cupa del maestro Cesare Dell'Anna e chiudere la serata: alle ore 21,30 piazza Ganganelli ospiterà dunque uno spettacolo che unisce il repertorio musicale dei Balcani, il jazz e le sonorità tipiche del Mediterraneo.
 

Domenica 28 maggio alle ore 14,30 da piazza Ganganelli parte invece la “Pedalata esagerata”, che porterà alla scoperta di uno scorcio della Valmarecchia con sosta ristoro alla sede Akkanto di via Balduccia (Sant’Ermete) e ritorno alle ore 19. L’iniziativa è organizzata da cooperativa sociale Akkanto, Avis comunale di Santarcangelo e Verucchio. Alle ore 21,30, infine, al Lavatoio è in programma “Racconti”, spettacolo conclusivo del laboratorio di movimento danzato metodo Hobart condotto da Milena Giorgetti con la regia di Claudio Gasparotto, a cura dell’associazione L’Incontro in collaborazione con Movimento Centrale Danza & Teatro.
 

La Festa della Solidarietà 2017 è strettamente legata al Caregiver Day, iniziativa istituita con legge regionale nel 2014 che riconosce e valorizza chi volontariamente, in modo gratuito e responsabile, si prende cura di una persona cara in condizioni di non autosufficienza o con necessità di ausilio per lunga durata. Proprio per aiutare questo ruolo fondamentale nella società, nei giorni della festa piazza Ganganelli ospiterà – dalle 18,30 alle 21,30 – stand informativi presso i quali alcuni volontari forniranno consigli, orientamenti e documenti utili per prendersi cura di anziani e disabili, contribuendo a sensibilizzare la città verso questi temi.


La Festa della Solidarietà, presentata da Tiziano Corbelli, è promossa in collaborazione con la Consulta comunale delle associazioni di volontariato e cooperative sociali di cui fanno parte Akkanto, Comunità educativa Aretè, Agesci, Anspi, Araba Fenice, Avis, Azione Cattolica, Banca del Tempo, Beato Simone– Taxi Amico, Caritas, Casa di Accoglienza “B.E. Renzi”, Casa Protetta “Suor Angela Molari”, Centro Sociale Anziani “A. Franchini”, Espressione a 512 gradi, Famiglie in Cammino, Fratelli è Possibile, Gruppo di Servizio, Il Punto Rosa, Istituto Oncologico Romagnolo, L’Incontro, La Fraternità – Papa Giovanni XXIII°, Recidivo – Recupero Riciclo Rinasco, Scuola Nazionale Cinofila – Cisom e Società Operaia di Mutuo Soccorso, con il supporto logistico del gruppo Protezione civile Valle del Marecchia. 

< Articolo precedente Articolo successivo >