Marted́ 18 Maggio21:42:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gli Ufo sono tra noi: cresce l'interesse, a San Marino a convegno da tutto il mondo per parlarne

Attualità Repubblica San Marino | 07:15 - 14 Maggio 2017 Gli Ufo sono tra noi: cresce l'interesse, a San Marino a convegno da tutto il mondo per parlarne

Dopo il corale e partecipato avvio di ieri, l’annuale “Due Giorni” dedicata agli UFO e gli alieni di San Marino, tradizionalmente coordinata dal giornalista aerospaziale Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale (CUN) nel cinquantenario della sua fondazione e sotto l’egida della Segreterie di Stato al Turismo, Territorio e Cultura in collaborazione con l’Ufficio del Turismo si sviluppa oggi con una serie di interventi di sempre maggiore interesse. Infatti il 25° Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti non Identificati e i Fenomeni Connessi prosegue con il concorso di oratori importanti quali, fra gli altri, Jean-Jacques Velesco, già responsabile della Commissione Scientifica Governativa Francese sugli UFO, che ha agli atti circa 1700 inchieste il 28% delle quali sono rimaste senza spiegazione; l’astrofisico Lachezar Filipov, che ha introdotto gli UFO all’Accademia delle Scienze di Bulgaria; l’Ing. Massimo Angelucci del Coordinamento Scientifico del CUN che presenta gli sconcertanti casi di avvistamento verificatisi in Italia nella Valmalenco; il fisico Clarbruno Vedruccio, già incaricato delle indagini ufficiali sui fenomeni anomali (coinvolgenti anche gli UFO) occorsi a Caronia nel Messinese; la conduttrice televisiva Syusy Blady con una relazione sulle ultime scoperte in Sud Africa;  e Mario Caligiuri, docente dell’Università della Calabria ed esperto di Intelligence.


Viene anche presentato un libro senza precedenti: per la Peruzzo quello fotografico "Ufo tra occhio e obiettivo" di Roberto Pinotti, che in grande formato e in oltre 400 pagine con più di 500 diverse immagini riunisce criticamente ma in positivo il meglio di 70 anni di fotografie ufologiche, riprese in tutto il mondo, in un carosello storico inedito ed esaustivo. Ma quel che più conta è la constatazione della crescente partecipazione del pubblico, sempre più consapevole del fatto che non siamo soli nell’universo e che fede e scienza ormai coincidono nella serena accettazione di questa realtà. A distanza di 70 anni dalle prime segnalazioni UFO del dopoguerra e dopo un quarto di secolo di Simposi mondiali a San Marino, l’ufologia e gli extraterrestri sono sempre più “oggetto di desiderio” per la gente. Di qui la necessità di un impegno comune per affrontare il futuro con la necessaria consapevolezza.

< Articolo precedente Articolo successivo >