Venerdý 07 Maggio18:49:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini: Consiglio Comunale ad 'alta tensione', dai comitati in 200 a Palazzo Garampi

Attualità Rimini | 19:42 - 04 Maggio 2017 Rimini: Consiglio Comunale ad 'alta tensione', dai comitati in 200 a Palazzo Garampi

Consiglio comunale dedicato allo smantellamento del campo nomadi di via Islanda a Rimini: giovedì sera in aula si discute il trasloco di una decina di famiglie sinti in microaree della città. Si preannunciava “alta tensione”, circa 200 rappresentanti del comitato Pro Rimini, contrario al progetto dell'Amministrazione, si sono presentati  a Palazzo Garampi sebbene la seduta non fosse aperta al pubblico. Hanno deciso comunque di partecipare, anche alla luce, come riferiscono,  delle numerose richieste di confronto inviate all’indirizzo dell’amministrazione, rimaste senza risposta. Il progetto, illustrato dal vicesindaco Gloria Lisi, prevede di scegliere sette aree della città in cui fare traslocare le famiglie sinti, mentre per altre tre si metterà a disposizione un'abitazione. Vari sono anche gli ordini del giorno e mozioni dell'opposizione calendarizzate in Consiglio: tra cui quella per l'esclusione dalle microaree del terreno in via Maceri, presentata da Matteo Zoccarato della Lega Nord; per il ritiro della delibera di Nicola Marcello di Forza Italia; per il no alla spesa per trattamenti preferenziali di Gioenzo Renzi di Fratelli d'Italia. Prevedendo la massiccia adesione, il segretario romagnolo della Lega Nord, Jacopo Morrone, aveva chiesto al sindaco Andrea Gnassi di spostare la seduta "in un luogo adatto ad accogliere più cittadini possibili" in modo da favorire "un confronto condiviso".

< Articolo precedente Articolo successivo >