Giovedý 13 Maggio06:47:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Valmarecchia, oltre un milione di euro per aziende agricole. Al via il bando per finanziamenti: ecco i dettagli

Attualità Rimini | 16:01 - 01 Maggio 2017 Valmarecchia, oltre un milione di euro per aziende agricole. Al via il bando per finanziamenti: ecco i dettagli

Finanziamenti a favore delle imprese agricole al fine di accrescerne la competitività, promuovere l’adeguamento e ammodernamento delle loro strutture.


Dopo decenni d’industrializzazione, il ritorno alla “terra” è diventato consueto nel nostro paese e la valorizzazione delle imprese agricole è tra gli obiettivi prevalenti del settore primario. Anche la Regione Emilia Romagna si fa promotrice di tale progetto, attraverso un bando pubblicato dai Gal Valli Marecchia e Conca, a favore dello sviluppo della competitività tra gli agricoltori. Vediamo nel dettaglio i soggetti beneficiari e i termini di scadenza del bando.


I beneficiari devono rispettare le condizioni di ammissibilità e devono presentare un Piano di investimenti (PI) coerente con le finalità della stessa. Potranno aderire anche le “Comunioni a scopo di godimento" per investimenti di interesse comune. Potranno altresì aderire le Proprietà collettive limitatamente ad investimenti realizzati per la gestione diretta dei terreni non sottoposti ad assegnazione.

Sono previste le seguenti condizioni di ammissibilità: l'impresa dovrà risultare iscritta ai registri della C.C.I.A.A.; in caso di ditta individuale, l’esercizio dell’attività agricola di cui all’art. 2135 del c.c., come riportato nell’iscrizione alla C.C.I.A.A., deve risultare quale attività primaria; in caso di impresa costituita in forma societaria (fatto salvo il caso di Proprietà collettive), l’esercizio dell’attività agricola di cui all’art. 2135 del c.c., con riferimento all’oggetto sociale, deve risultare in forma esclusiva; l’impresa dovrà impegnarsi alla conduzione dell'azienda agricola oggetto di intervento per almeno 5 anni dalla data dell'atto in cui viene assunta la decisione di liquidazione a saldo dell'aiuto richiesto, pena la revoca del finanziamento. L'azienda condotta, nel periodo di impegno, non dovrà subire modifiche volontarie nella sua consistenza tali da vanificare la rispondenza degli investimenti realizzati agli obiettivi prefissati. A tal fine modifiche

significative dovranno essere preventivamente comunicate all'Ente competente ed autorizzate. Sono fatti salvi i casi di causa di forza maggiore; la dimensione economica aziendale dovrà risultare superiore a 15.000 euro di Standard Output in zone con vincoli naturali o altri vincoli specifici e 20.000 euro di Standard Output negli altri ambiti territoriali regionali; il punteggio di merito conseguito dal PI dovrà risultare superiore ad una soglia minima. Saranno definite primalità per i progetti che comprendano analisi di impatto economico, ambientale e sociale e/o che prevedano investimenti in tale direzione


Costi ammissibili

Saranno ammissibili a contributo le spese sostenute per: ristrutturazione immobili produttivi; miglioramenti fondiari; macchinari, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale; impianti lavorazione/trasformazione dei prodotti aziendali; investimenti funzionali alla vendita diretta delle produzioni aziendali; investimenti immateriali connessi alle precedenti voci di spesa quali onorari di professionisti consulenti e studi di fattibilità, entro il limite massimo del 10 % delle stesse; investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze. Non risultano finanziabili con il presente tipo di operazione investimenti finalizzati ad adeguare l'azienda a normative i cui termini di adeguamento risultino scaduti. Ai sensi del Reg. 1305/2013 art. 45(3) non risultano ammissibili le spese sostenute per l'acquisto di diritti di produzione agricola, di diritti all'aiuto, di animali, di piante annuali e la loro messa a dimora.


Aspetti economico - finanziari

Budget del bando: euro 1.100.220. Importi ammissibili: limite di spesa ammissibile a contributo per ogni domanda 250.000 Euro Contributo concedibile: 40-50% dell’investimento. Principali criteri di demarcazione rispetto al bando regionale PSR 2014/2020 “Operazione 4.1.01 - Investimenti in aziende agricole in approccio individuale e di sistema”

1. Dimensione aziendale espressa in S.O.: limite massimo pari a 300.000 euro;

2. Importi ammissibili: limite di spesa a contributo per ogni domanda 250.000 Euro;

3. Unificazione dei settori per il riparto risorse e possibilità di presentare una sola domanda; 


Eleggibilità delle spese

Gli investimenti devono essere realizzati successivamente alla presentazione della domanda di sostegno

< Articolo precedente Articolo successivo >