Venerd́ 13 Dicembre17:07:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Truffa dello specchietto, incastrati due nomadi: usavano asta da selfie e martelletto per simulare contatto tra le auto

Cronaca Rimini | 12:38 - 29 Aprile 2017 Truffa dello specchietto, incastrati due nomadi: usavano asta da selfie e martelletto per simulare contatto tra le auto

Due nomadi, uomo e donna trentenni con precedenti specifici, sono stati denunciati dalla Polizia di Rimini per aver messo in atto la truffa dello specchietto. Nella fattispecie sono due le tentate truffe, avvenute a Miramare, per le quali sono stati individuati i due nomadi come responsabili. La particolarità sta nella tecnica impiegata dagli stessi per simulare il contatto tra la loro auto e quella della vittima: un martelletto legato a un'asta da selfie. A quel punto, prodotto il rumore, costringevano l'altro automobilista a fermarsi. La messa in scena prevedeva l'utilizzo anche di uno speccheitto rotto e la richiesta di un risarcimento di 100 euro per evitare il cid. I truffatori infatti accampavano scuse, come il fatto di non essere di Rimini e di non poter quindi perdere del tempo seguendo la pratica assicurativa. Entrambe le truffe non sono andate a segno. La Polizia di Rimini invita i cittadini che hanno subito tentativi simili a presentarsi in Questura: sono infatti in corso ancora le indagini finalizzate ad accetare altre responsabilità dei due denunciati, ma non solo.