Luned́ 08 Marzo04:32:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Concessioni balneari, Fiba e Sib: 'sbigottiti da intervento sindaco Gnassi'

Attualità Rimini | 18:14 - 28 Aprile 2017 Concessioni balneari, Fiba e Sib: 'sbigottiti da intervento sindaco Gnassi'

"Ci ha lasciato assolutamente sbigottiti l'intervento del Sindaco di Rimini Andrea Gnassi, delegato Anci al turismo e demanio marittimo, in audizione alla Camera sulla legge delega di riforma delle concessioni balneari". Lo dicono Maurizio Rustignoli e Simone Battistoni, Presidenti di Fiba-Confesercenti e Sib-Confcommercio Emilia Romagna. "E' grave e inaccettabile che il Sindaco di Rimini intervenga a nome dell'Anci, addirittura a quanto ci risulta, senza un preliminare lavoro di condivisione con tutti i Sindaci della Costa - continuano Rustignoli e Battistoni - fornendo dichiarazioni intempestive, dannose per la categoria e inopportune in una fase così delicata come quella attuale in cui, finalmente, Governo e Parlamento si stanno impegnando a trovare una soluzione di riordino del nostro settore".

"A nessuno servono queste fughe in avanti - sottolineano Rustignoli e Battistoni - a tempo debito il ruolo dei Comuni avrà la propria valorizzazione ma, in questo frangente, ènecessario che sia elaborata in tempi adeguati una normativa  seria, che recepisca i principi previsti dallo schema di decreto legge". "Nell'ambito di un confronto ponderato e responsabile - precisano - il contributo delle nostre Associazioni di categoria, così come quello delle Regioni, appare particolarmente prezioso proprio perché è frutto di una condivisione a monte degli obiettivi da raggiungere. Ci rassicurano, pertanto, le dichiarazioni del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, che confermano, una volta di più, come alla nostra Regione stia a cuore la tutela degli attuali Concessionari balneari".

"Riteniamo opportuno un intervento dell'Anci che ristabilisca,in tempi brevi, il rispetto di ruoli e della rappresentatività  delle posizioni di tutti gli Amministratori locali - concludono Rustignoli e Battistoni - precisando che le normative nazionali non possono essere disattese dalla volontà locale di Sindaci, che in maniera estemporanea pensano di risolvere un problema così complesso a colpi di bandi anticipati. Non si può giocare sulla pelle delle famiglie degli imprenditori balneari".

< Articolo precedente Articolo successivo >