Martedý 02 Marzo03:13:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Effetto Trump, limitazioni in Usa anche per gli europei. Cosa fare in caso di viaggio o trasloco a New York

Attualità Nazionale | 14:43 - 27 Aprile 2017 Effetto Trump, limitazioni in Usa anche per gli europei. Cosa fare in caso di viaggio o trasloco a New York

I controlli alle frontiere degli stati Uniti è una questione che potrebbe riguardare da vicino anche il nostro paese. L’intenzione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, infatti, sarebbe quella di attuare delle politiche di immigrazione più stringenti e di applicare leggi di controllo più severe anche nei confronti dei cittadini dell'UE. Nonostante i paesi verso cui si pensa di attuare controlli più stringenti siano soprattutto Germania e Francia, si pensa che anche l’Italia potrebbe rimanerne coinvolta. Nonostante questa notizia sia trapelata nei giorni scorsi da giornali come Bloomberg e il Wall Street Journal, ad oggi non c'è ancora una normativa concreta. Dunque non è troppo tardi per trasferirsi in America. Ma quali sono i passi attualmente validi per coronare questo sogno?
 
ESTA e Green Card: i visti necessari per entrare negli USA
 
Partiamo dall’ESTA, non propriamente un visto ma un documento comunque necessario per salire a bordo di navi o aerei con destinazione USA: questo documento ha lo scopo di consentire al Governo americano una prima analisi dei viaggiatori, e va richiesto tramite modulistica online almeno 72 ore prima della partenza. Da sottolineare che l’ESTA non consente l’ingresso negli USA: per quello serve appunto il visto, che può essere turistico o di altra natura. Per chi decide di andare a vivere negli USA, non a scopi turistici ma lavorativi, deve muoversi e capire come ottenere la Green Card: un documento che consente di vivere e lavorare negli USA in totale libertà, e senza le limitazioni imposte dal Worker VISA. Per maggiori informazioni circa le tipologie di visto per accedere negli Usa è possibile consultare il sito dell'Ambasciata.
 
New York: la città più gettonata
 
Andare a vivere in America significa anche trovarsi ad effettuare una scelta tra le numerosissime città in cui tentare di realizzare il proprio desiderio, sia esso di natura lavorativa che puramente esperienziale. La città americana più gettonata per entrambi i motivi è New York: la grande mela brulica di opportunità professionali con stipendi molto elevati, ed è dunque la meta perfetta per inseguire il cosiddetto “sogno americano”. Inoltre, qui l’atmosfera è cosmopolita ed i servizi funzionano perfettamente: il che rende questa metropoli ideale per tutti coloro che vogliono lavorare ma senza rinunciare al tempo libero.
 
Come organizzare un trasloco a New York?
 
Uno dei modi migliori per trasferirsi in questa città, è rivolgersi ad un’agenzia specializzata nei traslochi a New York come Blissmoving, considerando soprattutto l’impegno necessario per la compilazione delle pratiche doganali, che potrebbero bloccare l’ingresso dei vostri pacchi. Inoltre, è sempre il caso di trovare in anticipo la casa, studiando il quartiere e scegliendo una location che sia vicina a servizi e posto di lavoro. Infine, meglio portare con voi solo lo stretto necessario: tutto il resto potrete acquistarlo in loco.
 
Voli per New York: convengono?
 
Nel giro di pochi mesi volare da e verso New York non sarà più un salasso economico, dato che a partire da giugno 2017 il viaggio potrà essere organizzato spendendo una cifra che andrà dai 100 ai 200 euro: tutto questo grazie alla prossima introduzione di voli a basso costo operati dalle più note compagnie low cost. Questo significa che tornare a casa per le festività e riabbracciare gli affetti e gli amici sarà un’opportunità che potrà essere colta quando si vuole: basta semplicemente programmare il viaggio e prenotare in anticipo, per sfruttare al massimo le offerte ed evitare il pienone.

< Articolo precedente Articolo successivo >