Sabato 27 Febbraio23:46:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio indice sondaggio chiedendo ai tifosi di fare la formazione del prossimo anno: la piazza si divide

Sport Rimini | 07:27 - 25 Aprile 2017 Rimini Calcio indice sondaggio chiedendo ai tifosi di fare la formazione del prossimo anno: la piazza si divide

Ha fatto discutere la nuova iniziativa del Rimini Calcio per avvicinare la squadra alla città. La società ha infatti presentato un sondaggio, che scadrà il 6 maggio, nel quale i tifosi e gli appassionati sono chiamati a vestire i panni del ds Pietro Tamai: dovranno scegliere la rosa di 24 giocatori del prossimo anno, 12 under e 12 over, indicando nuovi acquisti, giocatori da cedere e confermare. I risultati avranno ampio spazio sugli spazi web della società (sito e pagina Facebook). Una sorta di "tribunale" pubblico: qualcuno ha considerato questa mossa eccessiva. La rosa del Rimini attuale è composta da molti giovani e una bocciatura da parte della piazza, per molti di loro, può costituire una grossa delusione. Si parla infatti di ragazzi, non di calciatori di Serie A che sanno di essere inevitabilmente sotto i riflettori mediatici e le cui prestazioni sono costantemente sotto la lente di ingrandimento. C'è anche chi ha invocato il fantasma del reality di Mediaset "Campioni", quello in cui i giocatori del Cervia venivano scelti con il televoto (ma la cosa peggiore in realtà era, da parte della produzione, la selezione della rosa e dei giocatori basandosi anche sulle qualità fisiche e sulla telegenia..). L'iniziativa ha trovato dei detrattori, ma anche commenti entusiasti di chi ha gradito la novità. La società, presentando il sondaggio, ha ribadito la volontà di fare scelte il più possibile condivise con gli stessi tifosi. "La società vuole lanciare un sondaggio consultivo al fine di conoscere l’opinione dei propri supporter e degli sportivi in merito a quello che potrebbe essere l’organico con il quale ci si presenterà ai nastri di partenza", si legge in una nota ufficiale. Di sicuro, si tratta di un gioco e come tale andrebbe considerato. La verità è che Pietro Tamai ha già le idee chiare e che inevitabilmente conterà tanto il volere dei giocatori, sia per il mercato in entrata, che per quello in uscita. 

< Articolo precedente Articolo successivo >