Lunedì 08 Marzo13:31:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, barriere per impedire ai nomadi di occupare aree in zona industriale. Pagheranno i privati

Attualità Santarcangelo di Romagna | 12:49 - 20 Aprile 2017 Santarcangelo, barriere per impedire ai nomadi di occupare aree in zona industriale. Pagheranno i privati

A Santarcangelo saranno installate delle barriere, nella zona industriale, per impedire ai nomadi di occupare le aree in modo abusivo. Saranno però i proprietari delle aree a doversi sobbarcare i costi, fatto che indispettisce la Lega Nord.

“È quantomeno singolare che dopo anni di occupazione abusiva, siano i privati e non il Comune a doversi occupare della gestione e pulizia delle aree di sosta della zona artigianale che – diversamente – resterebbero ostaggio di decine di famiglie rom”, sulla natura dell’accordo siglato dall’Amministrazione Parma con gli operatori dell’area industriale di Via del Frumento e Via della Cooperazione, interviene Fabio Bertozzi, responsabile cittadino della Lega Nord. “Sarà quindi il privato a dover sopperire all’incapacità di questa Giunta di trovare una soluzione incisiva all’emergenza nomadi a Santarcangelo” – accusa Bertozzi – “come? Accollandosi i costi della messa in sicurezza di queste aree.” 

“Una soluzione frutto dell’esasperazione degli imprenditori santarcangiolesi che da anni sopportano l’invasione di roulotte e camper di famiglie nomadi e che, di fronte all’immobilismo della Giunta Parma e all’urgenza di poter lavorare in sicurezza e libertà, mettono mano al portafogli. Insomma, un’intesa calata dall’alto che svela tutti i limiti di questa Amministrazione.”

< Articolo precedente Articolo successivo >