Sabato 25 Gennaio12:31:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Anche Novafeltria prepara la sua Sagra: al via il 13 e 14 maggio il festival del 'cascione'

Eventi Novafeltria | 15:58 - 15 Aprile 2017 Anche Novafeltria prepara la sua Sagra: al via il 13 e 14 maggio il festival del 'cascione'

Novafeltria punta sul "cascione". L'Alta Valmarecchia, come noto, è espressione di un'eccellenza gastronomica e di una valorizzazione dei prodotti tipici attraverso le grandi sagre di Sant'Agata Feltria (tartufo), Talamello (formaggio di fossa e castagne), Perticara (polenta), ma ci sono anche le ciliegie di Pietracuta di San Leo, il pane di Maiolo, il fungo prugnolo di Miratoio di Pennabilli. Il capoluogo ha invece risentito dell'assenza di una sagra che potesse fare da traino e attrarre visitatori anche fuori dalla Provincia di Rimini. A Novafeltria però hanno fatto quadrato per ovviare a questa mancanza. L'Amministrazione Comunale presieduta dal Sindaco Stefano Zanchini e la Pro Loco, in collaborazione con l'Acli, la Consulta dei giovani, la Fondazione Valmarecchia: tutti insieme per la sagra del cascione e delle erbe spontanee, il nuovo evento organizzato nelle giornate di sabato 13 e domenica 14 maggio. Il cascione o "cassone" è uno degli street food più antichi, una tradizione della Romagna. A Novafeltria tutti ricordano la signora Turci e i suoi cascioni fritti, che preparava nella piazza vittorio Emanuele. In Alta Valmarecchia è inoltre piuttosto facile  trovare le erbe per realizzare un gustoso ripieno. La sagra sarà ovviamente un momento di intrattenimento a 360°, con spettacoli musicali, conferenze, una passeggiata "alla scoperta delle regine dei prati" e non mancheranno laboratori didattici e spettacoli per bambini.