Domenica 07 Marzo18:53:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, lavoratori di Mondo Convenienza in sciopero: 'Basta sfruttamento'

Attualità Rimini | 15:09 - 31 Marzo 2017 Rimini, lavoratori di Mondo Convenienza in sciopero: 'Basta sfruttamento'

I lavoratori di "Mondo Convenienza" in sciopero venerdì mattina e sabato, per denunciare condizioni di lavoro che la Filt Cgil Rimini definisce "di sfruttamento". Sono i dipendenti che consegnano a casa del cliente la merce acquistata, servizio gestito dalla cooperativa riminese "Decor Express". La Filt Cgil descrive la situazione dei lavoratori: "Guidano il furgone che devono pulire e riparare a loro spese anche in caso di incidente stradale, consegnano la merce ed effettuano il montaggio senza mezzi di movimentazione portando tutto a spalla e soltanto in due". Condizioni di lavoro difficili, ma non solo. Come riporta la Filt Cgil, i lavoratori "pagano di tasca loro se la merce è rovinata o se viene procurato qualche danno nel luogo della consegna, pagano di tasca loro se il pagamento viene effettuato con soldi o assegni falsi". Non ci sono inoltre rimborsi per straordinari o indennità di trasferta; la paga è la stessa anche se il camion parte alle 6 di mattina e rientra dopo le 22. "Il contratto c'è ed è quello del settore logistica, trasporto, merci e spedizione - prosegue la nota della Filt Cgil - ma chiederne il rispetto significa sottoporsi a delle ritorsioni, al massacro di turni e a maggior fatica, fino a non poterne più". Il bando della gestione del servizio, come detto attualmente appaltato alla "decor Express", è prossimo a scadenza, con il rischio - attacca il sindacato - che il cambio d'appalto possa addirittura peggiorare le tutele contrattuali.

La Filt Cgil e i lavoratori chiedono che su orari di lavoro, straordinario, riconoscimento di ferie e permessi e sul rispetto delle condizioni di sicurezza sul lavoro previste dalle norme, si apra una trattativa per tutti i dipendenti che lavorano in appalto per "Mondo convenienza" in tutte le città in cui è presente. Lo sciopero potrebbe proseguire ad oltranza. Il sindacato diffida la "Decor Express" a sostituire i lavoratori in sciopero con altri lavoratori, "magari pagati in voucher come già avvenuto in passato".

< Articolo precedente Articolo successivo >