Giovedý 25 Febbraio03:54:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sceneggiata a Le Befane, insulta la moglie di fronte a tutti. Nei guai 45enne riminese accusato di maltrattamenti

Cronaca Rimini | 16:55 - 30 Marzo 2017 Sceneggiata a Le Befane, insulta la moglie di fronte a tutti. Nei guai 45enne riminese accusato di maltrattamenti

Un matrimonio inizialmente felice, poi divenuto tormentato a causa dell'abuso di alcool da parte del marito. L'uomo, un 48enne residente nell'immediato entroterra di Rimini, è a processo per il reato di maltrattamenti in famiglia. I fatti risalgono al 2014. La moglie aveva deciso di lasciarlo, portando con sè la figlia minorenne e andando a vivere dai propri genitori, a causa dei continui litigi e dell'atteggiamento prepotente del marito, vittima della propria dipendenza dell'alcool. Litigi che avvenivano anche nel negozio che entrambi gestivano. Con la separazione, i problemi aumentarono: l'uomo iniziò a tempestare la malcapitata di telefonate e sms di minaccia. In un'occasione entrò furibondo al centro commerciale 'Le Befane' di Rimini, dove la moglie era in compagnia di alcune amiche, cercando di obbligarla a tornare con lui. Iniziò a urlare tra i volti sbigottiti e impauriti dei clienti intenti a fare compere. Sul capo dell'uomo, difeso dall'Avvocato Raffele Moretti, era stato emesso un divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati.

< Articolo precedente Articolo successivo >