Martedý 02 Marzo18:32:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Stalking asfissiante, trenta telefonate al giorno e una tempesta di sms minacciosi: 45enne riminese a processo

Cronaca Rimini | 20:14 - 28 Marzo 2017 Stalking asfissiante, trenta telefonate al giorno e una tempesta di sms minacciosi: 45enne riminese a processo

Martedì 28 marzo si è aperto il processo a carico di un 45enne riminese, accusato di atti persecutori, lesioni e furto. Il caso di stalking, al vaglio della magistratura giudicante, ha avuto per vittima l'ex compagna dell'imputato, una sua coetanea e concittadina, che presentò denuncia lo scorso agosto. I fatti ebbero inizio nel maggio 2016, al termine della relazione tra le parti. L'imputato non accettò la decisione della ormai ex fidanzata e iniziò a perseguitarla: dalle venti alle trenta telefonate al giorno, sms con ingiurie, fino ai pedinamenti e agli appostamenti. Secondo la denuncia della querelante, che si è costituita parte civile attraverso il proprio legale Catia Gerboni, l'uomo la seguiva sul posto di lavoro, ma faceva appostamenti anche sotto casa della madre di lei. Le accuse di lesioni e di furto derivano da uno degli episodi contestati nella denuncia: di fronte all'ennesimo rifiuto della donna di tornare con lui, il 45enne alzò le mani, portandole via gli occhiali e schiaffeggiandola. Nel caso specifico,  la denuncia della vittima di stalking funse però da deterrente: l'uomo cessò infatti i comportamenti persecutori.

< Articolo precedente Articolo successivo >