Venerdė 20 Ottobre02:54:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rugby Rimini si impone su Bologna vincendo a pochi attimi dal finale

Sport Rimini | 10:54 - 21 Marzo 2017 Rugby Rimini si impone su Bologna vincendo a pochi attimi dal finale

Un finale vietato ai deboli di cuore quello andato in scena domenica 19 marzo sul campo "neutro" di Castel San Pietro, tra Rugby Reno Bologna e Amarcord Rugby Rimini San Marino, sfida valida per la 4° giornata di ritorno del campionato italiano di Serie C2 girone Emilia-Romagna. Negli ultimi 5 minuti infatti il risultato è cambiato due volte: prima con una meta degli emiliani poi con quella decisiva degli italo-sammarinesi che hanno fissato il risultato sul 17 a 19 garantendosi così 4 punti in classifica importantissimi per mantenere il ritmo delle formazioni di vertice.

La partita inizia male per l'Amarcord, entrata in campo con una formazione rimaneggiata a causa delle numerose assenze, il Reno Bologna, fuori casa per l'indisponibilità del proprio terreno di gioco, sfrutta le carenze degli ospiti e va a marcare la prima meta dopo pochi minuti, non trasformata. Per i primi 20 minuti i ragazzi di coach Borsani subiscono gli affondi dei padroni di casa e solo nella seconda parte del primo tempo, il gioco si sposta nella metà campo emiliana. Al 24' il Reno commette fallo sulla linea dei 10 metri e il mediano dell’Amarcord Paolo Pedrini tenta la via dei pali: l’ovale esce però di poco a lato. I padroni di casa ripartono così a spingere e poco dopo arriva la seconda meta, a seguito di una touche non lontana dalla meta dell'Unione. Il calciatore infila la trasformazione e porta il risultato sul 12 a 0. Nei minuti finali della prima frazione di gioco, Pedrini tenta nuovamente la via dei pali dopo un calcio di punizione ma il pallone esce a lato.

Nella ripresa l'Amarcord entra in campo con maggiore determinazione e riesce a prendere in mano il pallino del gioco. Entrambi i reparti, mischia e trequarti, prendono confidenza e mettono in difficoltà a più riprese gli avversari. Così al 13' della ripresa arriva la meta, con Davide Giardi che sfreccia in mezzo alla difesa dopo una bella giocata dei compagni di reparto. Pedrini non trasforma per il 12 a 5. La meta galvanizza gli ospiti che spingono sull'acceleratore. È così che al 26' arriva la seconda meta. Dopo una serie di punti d’incontro a ridosso della linea di meta è Lukasz Dlugaszek a schiacciare l'ovale. L'estremo Daniele Frisoni si presenta per calciare e infila l'ovale da posizione angolata, raggiungendo così il pareggio. Negli ultimi 10 minuti di gioco le due formazioni che tentano il tutto per tutto per ottenere la vittoria. Il Reno sposta il gioco nei 22 metri avversari con il piede e nell'azione seguente subisce un fallo. 

Qui i padroni di casa sfruttano una dormita generale dell'Amarcord e marcano la meta giocando la punizione velocemente. La trasformazione non viene centrata e il risultato si ferma sul 17 a 12. Il cronometro segna 37'. Gli italo-sammarinesi non si fanno prendere dallo sconforto e si riversano nella metà campo avversaria per quella che sembra una missione impossibile. Invece l'impossibile accade: la difesa calcia malamente il pallone che viene recuperato dall'Amarcord. La linea di meta dista 20 metri. Seguono una lunga serie di percussioni con gli uomini di mischia che si avvicinano sempre di più, centimetro dopo centimetro, all'agognata striscia bianca. A compiere l'ultimo passo è il capitano Gianluca Deluigi, che si tuffa in mezzo agli avversari schierati e cade in meta a tempo scaduto. È il pareggio. Tutti gli occhi si spostano sul piazzatore Pedrini che da posizione centrale non sbaglia e chiude la sfida nel migliore dei modi.

Ora i ragazzi di coach Borsani hanno poco tempo per gustarsi la vittoria e curare gli acciacchi. Sabato 25 marzo infatti è prevista una nuova sfida, questa volta a Bologna con il Giallo Dozza.

Area SondaggiIl sondaggio

Rimini seconda città più pericolosa in Italia