Domenica 07 Marzo13:51:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Passerella al Ponte Tiberio 'come il Trc': per Italia Nostra Rimini l'opera sembra un 'luna park'

Attualità Rimini | 15:15 - 10 Marzo 2017 Passerella al Ponte Tiberio 'come il Trc': per Italia Nostra Rimini l'opera sembra un 'luna park'

La sezione riminese dell'associazione Italia Nostra e all'Associazione Rimini città d'arte non apprezza il 'restyling' dell'invaso del ponte di Tiberio disegnato dall'Amministrazione comunale. In una nota congiunta, intitolata 'Spettacolarizzazione o tutela del Patrimonio?', si chiedono, "come sia stato possibile approvare il progetto di passerella pedonale e ciclabile sull'invaso del porto canale" davanti al monumento bimillenario. Una passerella definita da "luna park" e che ricorda, aggiungono, "il Trc".

A giudizio delle associazioni, "oltre alla passerella che taglia la principale visuale del ponte", nel progetto vi sono "banchine sospese alle mura ai lati del canale che travisano completamente uno spazio storico unico".

Forse, argomentano in un altro passaggio della nota, "non interessa alla Soprintendenza l'utilità o meno della passerella, ma l'uso di un luogo storico sì e la spettacolarizzazione del patrimonio è una tentazione riminese (e non solo) che non va a vantaggio della tutela".

Secondo le associazioni, si legge ancora in un altro passaggio, "questa passerella da luna park, giustificata da fondi regionali sulla mobilità dolce, ricorda il Trc con i suoi costi e le sue realizzazioni invasive, con la distruzione di spazi urbani, viali alberati e vistosi intralci. Saremmo curiosi di conoscere il percorso d'indagine e progettazione di questo nuovo intervento, per sapere se sono stati eseguiti percorsi di V.i.a. ( Valutazione Impatto Ambientale), a nostro avviso imprescindibili per proporre un lavoro così delicato. E' più importante ri-progettare aree degradate e prive di qualità che rischiare di rendere "luna park" posti dal valore storico ineguagliabile".

Quindi, conclude la nota, "chiediamo all'Amministrazione una riflessione ed un'indagine più approfondita su questo tema di più ampia visione: non si tratta solo di stimolare i soggetti sensibili riminesi, ma  di coinvolgere i soggetti culturali eminenti nazionali ed europei".

< Articolo precedente Articolo successivo >