Venerdý 05 Marzo14:54:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Visita in ospedale alla figlia finisce in rissa per colpa di un cellulare. Scatta l'ira tra donne gelose, condannata riminese

Cronaca Rimini | 06:50 - 10 Marzo 2017 Visita in ospedale alla figlia finisce in rissa per colpa di un cellulare. Scatta l'ira tra donne gelose, condannata riminese

Una 42enne riminese è stata condannata a 500 euro di risarcimento e al pagamento delle spese legali per una lite con una 32enne, assolta invece dalle stesse accuse di lesioni personali. Le due donne sono rispettivamente l'ex moglie e la nuova compagna di un riminese che il giorno del parapiglia, avvenuto nel 2010 all'esterno dell'ospedale Infermi di Rimini, si recò con la nuova "fiamma" a far visita alla figlia. La piccola, avuta nel precedente matrimonio, era ricoverata al nosocomio di Rimini per un piccolo infortunio. La 32enne, difesa dall'Avvocato Dennis Gori, fu accusata dall'imputata di essere stata la causa che aveva portato alla fine del suo matrimonio: così decisero di chiarirsi, dandosi appuntamento all'esterno dell'ospedale. La 42enne in particolare si indispettì per il telefono cellulare che l'ex marito aveva regalato alla nuova compagna. Il telefonino dell'ex moglie, secondo la denuncia di quest'ultima, fu invece usato come arma impropria dalla 32enne per colpirla con violenza al volto e innescare la rissa. Ricostruzione smentita in aula, poiché nel momento in cui le due donne vennero alle mani, i due ex coniugi stavano proprio parlando al telefono. L'aggressione, secondo il giudice, è invece partita dalla più anziana delle due contendenti. Il procedimento penale ha infine avuto anche un altro protagonista, il padre dell'ex marito, accusato di minacce dalla nuora.

< Articolo precedente Articolo successivo >