Venerd́ 26 Febbraio23:19:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

"Ai rom casette con veranda, giardino e posto auto", anche la Meloni all'attacco delle microaree per nomadi a Rimini

Attualità Rimini | 14:57 - 09 Marzo 2017 "Ai rom casette con veranda, giardino e posto auto", anche la Meloni all'attacco delle microaree per nomadi a Rimini

Fratelli d'Italia "si oppone a questa follia e chiede che questi soldi vengano spesi per dare servizi a quegli italiani che pagano le tasse e non vivono in baraccopoli illegali". Così, sulla sua pagina Facebook, la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni interviene sul piano del Comune di Rimini di creare alcune microaree per nomadi in varie zone della città. Nei giorni scorsi il consigliere riminese di Fdi, Gioenzo Renzi, aveva ipotizzato una spesa di un milione di euro e aveva mostrato i 'rendering' delle possibili soluzioni abitative per i nomadi che vivono nella città romagnola. "Oltre un milione di euro di soldi pubblici per regalare a rom e sinti casette dai 45 ai 90 mq con veranda, giardino e posto auto - scrive Meloni sul social network -:  questa la brillante soluzione trovata dal Comune di Rimini guidato dal Pd al problema dei nomadi. Fratelli d'Italia - prosegue nel post - si oppone a questa follia e chiede che questi soldi vengano spesi per dare servizi a quegli italiani che pagano le tasse e non vivono in baraccopoli illegali. Se il Pd ci tiene tanto a dare una casa a rom e sinti - conclude Meloni -  libero di farlo ma a sue spese". A Rimini, nei giorni scorsi, alcuni comitati zonali hanno dato vita a una sorta di 'supercomitato' per contestare l'ipotesi di microaree per i nomadi, facendo sentire la loro voce anche in una seduta del Consiglio comunale.

< Articolo precedente Articolo successivo >