Giovedý 25 Febbraio09:01:41
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Per l'8 marzo un minuto di silenzio contro la violenza alle donne, aderiscono Rimini e Santarcangelo

Attualità Santarcangelo di Romagna | 13:52 - 06 Marzo 2017 Per l'8 marzo un minuto di silenzio contro la violenza alle donne, aderiscono Rimini e Santarcangelo

Anche Santarcangelo si fermerà un minuto contro la violenza alle donne. Dopo il lancio del cartellone di eventi al femminile “Votes for women!”, l’Amministrazione comunale ha infatti aderito all’iniziativa “Fermiamoci 1 Minuto” promossa dai sindacati provinciali CGIL CISL e UIL, per invitare alla riflessione sulla violenza di genere all’indomani dell’aggressione a Gessica Notaro.

In occasione della Giornata internazionale della Donna, alle ore 11,30 di mercoledì 8 marzo, sindaco, assessori della Giunta e dipendenti comunali si riuniranno quindi nella sala del Consiglio comunale per osservare insieme un minuto di silenzio e riflettere sui numerosissimi episodi di violenza che si verificano purtroppo in tutto il Paese. Seguendo poi le indicazioni dei sindacati territoriali, l’Amministrazione ha invitato ad aderire all’iniziativa anche negozi, uffici, scuole, luoghi di lavoro e strutture sportive della città, mostrando all’esterno delle rispettive strutture la locandina dell’iniziativa o altri messaggi contro la violenza di genere e contro ogni forma di sessismo che avvenga in qualsiasi luogo della società.


Aggiornamento: anche il Comune di Rimini aderisce all’iniziativa promossa dalle organizzazioni sindacali per l'8 marzo "Fermiamoci 1 minuto”: un gesto simbolico che invita tutti quanti, uomini e donne, a fermarsi per riflettere su un fenomeno, quello della violenza sulle donne, che sembra crescere ed assumere tratti 'strutturali'. Un fenomeno che, come testimoniano i numeri e i fatti di cronaca, non risparmia il nostro territorio. La ricorrenza della festa della donne deve essere quindi un’occasione per interrogarsi sulle ragioni che portano a questi rapporti di forza e di violenza e soprattutto per ragionare su quali azioni di contrasto mettere in campo, consapevoli che insieme al supporto alle vittime, è imprescindibile un lavoro culturale ed educativo che coinvolga tutta la comunità nelle sue diverse espressioni. 

Il minuto di ‘stop’, con la sospensione di ogni attività, è previsto alle ore 11,30 di mercoledì 8 marzo. 

< Articolo precedente Articolo successivo >