Giovedý 25 Febbraio22:34:30
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un pozzo di scienza di Hera fa tappa a Rimini, riciclo e sostenibilità arrivano a scuola

Attualità Rimini | 11:01 - 06 Marzo 2017 Un pozzo di scienza di Hera fa tappa a Rimini, riciclo e sostenibilità arrivano a scuola

Ha fatto tappa lunedì a Rimini l’undicesima edizione di “Un Pozzo di Scienza”, il programma didattico ideato, promosso e sostenuto dal Gruppo Hera, che fino ad aprile coinvolgerà le scuole secondarie di 2° grado di ogni indirizzo delle principali città del territorio gestito da Hera, con una previsione, alla fine della rassegna, di circa 20.000 studenti

La filiera del riciclo è sempre un vantaggio? Perché funzionano i computer? Cosa c’è dietro le lampadine? Queste sono soltanto alcune delle tante domande alle quali Hera risponderà in occasione dell’undicesima edizione di “Un pozzo di Scienza”, che ha per tema: “Let’s Go! I percorsi della Scienza”: veri e propri itinerari proposti agli studenti per illustrare la filiera di oggetti, materiali, ricerche e idee che quotidianamente incontriamo nella nostra vita, portandoli ad esplorare i luoghi che producono e processano ciò che costituisce il nostro quotidiano.

A Rimini una settimana di attività didattiche con oltre 1.250 studenti

Un Pozzo di Scienza 2017 è approdato lunedì al Liceo Serpieri di Viserba con i laboratori “Vecchi atomi per nuove tecnologie” e “Istruzioni per la vita”. Fino a venerdì 10 marzo incluso, si svolgeranno 8 incontri e 20 laboratori con una media di 6 attività al giorno.

Oltre 1.250 alunni distribuiti su 52 classi di 4 Istituti scolastici diversi: Liceo Serpieri; IIS Belluzzi – Da Vinci; Liceo A. Einstein e Liceo Volta Fellini.

Nel ventaglio di proposte messe a disposizione, hanno suscitato forte interesse sia l’incontro “Il processo della bioremediation”, uno dei procedimenti di bonifica più sostenibile, in cui i microrganismi riescono a biodegradare gli inquinanti, che il laboratorio “Vecchi atomi per nuove tecnologie”, di cui sono in programma ben 9 repliche, ideato per ripercorrere la storia e la scienza che hanno permesso di capire come sono fatti e come funzionano i materiali che utilizziamo quotidianamente.

< Articolo precedente Articolo successivo >