Sabato 26 Settembre18:09:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Calcio a 5, per motivi di lavoro lasciano Lorenzo Faedi e Amos Galasso

Sport Rimini | 12:44 - 28 Gennaio 2017 Rimini Calcio a 5, per motivi di lavoro lasciano Lorenzo Faedi e Amos Galasso

Tempo di dolorosi saluti in casa Calcio a 5 Rimini. Lorenzo Faedi e Amos Galasso hanno lasciato la squadra per motivi lavorativi. Entrambi protagonisti della gloriosa salvezza dell'anno passato, anche in questo scorcio di stagione hanno dato il loro contributo per la causa biancorossa. Partiamo con il laterale classe '89 Faedi, da sempre emblema del sacrificio e dell'abnegazione visti i continui spostamenti da Cesena per allenarsi e giocare. "Sono fatto così, mi piace dare il massimo. La soddisfazione sportiva più grande dell'anno scorso è stata la salvezza conquistata a Ravenna, una vittoria roboante (8-2) quando tutti ci davano per spacciati. Invece se penso alla stagione in corso, mi viene in mente il 4-1 con il Fossolo".

Faedi ovviamente è già nostalgico. "Mi dispiace molto lasciare, specialmente in corso d'opera, probabilmente me ne renderò realmente conto nelle prossime settimane. A Rimini ho incontrato persone sanguigne e molto appassionate. Ho imparato inoltre un modo diverso di giocare che mi ha accresciuto conoscenza ed esperienza. Ringrazio davvero tutti, adesso tiferò per la squadra e spero di tornare al Flaminio per vedere qualche partita. Un pronostico? Non voglio mettere pressione, ma i play-off sono alla portata".

Sfera ad Amos Galasso, che è tornato a Rimini nel dicembre 2015 dopo aver viaggiato per l'India. "La squadra è cresciuta ed è migliorata molto, si è visto nel campionato di quest'anno, nel quale sta lottando per i play-off. Il gruppo è davvero unito, è un grosso dispiacere lasciare, per me il Calcio a 5 Rimini è come una seconda famiglia. Qui ho imparato il futsal, ma prima di tutto mi ha colpito il lato umano. La società proietta il mondo dello sport nella vita, insegnando a “combattere” e a sacrificarsi".

Anche per Galasso, pivot classe '96, il ricordo più bello è la vittoria di Ravenna del 7 maggio scorso. "Se ripenso a quella partita, con il passare dei minuti e il susseguirsi dei gol, ci siamo davvero esaltati e abbiamo capito che finalmente il travaglio sarebbe terminato. Bellissima atmosfera”.


Non manca la riconoscenza e l'affetto per un giocatore di grande cuore. “Ringrazio tutti quanti, in particolare mister Germondari per gli insegnamenti sul campo e non solo. Penso che la squadra abbia tutte le carte per disputare i play-off, è solo una questione mentale. Ovviamente, forza Rimini".


Logicamente la società ricambia i ringraziamenti dei giocatori e augura a Faedi e Galasso le migliori fortune nella vita e nello sport. Sperando che si tratti solamente di un arrivederci.


Luca Filippi

Addetto comunicazione Calcio a 5 Rimini