Lunedý 28 Settembre18:00:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La solidarietà viaggia in camion: da Bellaria ad Amatrice per aiutare le vittime del terremoto

Attualità Bellaria Igea Marina | 10:52 - 28 Gennaio 2017 La solidarietà viaggia in camion: da Bellaria ad Amatrice per aiutare le vittime del terremoto

Sono sei i camion dei volontari che da Bellaria Igea Marina raggiungeranno Amatrice per portare beni di prima necessità alle numerose famiglie di terremotati colpite dal sisma e dal maltempo di queste ultime settimane. Sono ormai diversi giorni che i volontari raccolgono e smistano tutte le donazioni arrivate dai cittadini di Bellaria Igea Marina, hanno raccolto beni di ogni genere, dagli alimenti a lunga scadenza fino al vestiario pesante, utilissimo in quelle zone dell’appennino abruzzese dove le temperature arrivano ben abbondantemente sotto lo zero.

Una campagna di solidarietà partita prima di tutto dal cuore, dal fatto di sentirsi inutili di fronte a tali tragedie e con l’esigenza di dover fare qualcosa per aiutare gli altri meno fortunati di noi. Poi un messaggio sui social ha fatto da passaparola e da Riccione a Rimini, da Santarcangelo a San Mauro fino a Cesenatico e San Marino, da Cattolica a Bellaria Igea Marina il passo è breve.

“Abbiamo iniziato la raccolta la scorsa settimana e molti camion pieni zeppi di cibo e vestiario sono già arrivati nelle zone terremotate – racconta Antonio Gori, che per i bellariesi è Topino – e grazie al passaparola e ai ringraziamenti su Facebook la voce si è sparsa subito. Abbiamo raccolto donazioni di ogni tipo e faremo in modo che le persone le ricevano direttamente dalle nostre mani. Solo qualche giorno fa abbiamo saputo che saremo diretti ad Amatrice, il cuore abruzzese del sisma dello scorso 24 agosto, e porteremo il nostro aiuto e tutta la solidarietà dei nostri concittadini a tutte quelle famiglie che soffrono per aver dovuto abbandonare le proprie case, per il freddo e per i disagi aggiunti della neve e del gelo. Cercheremo di raggiungere coloro che sono più isolati portando beni di prima necessità come pasta, sughi, latte, caffè, frutta fresca e acqua, vestiti pesanti e tutto quello che serve per potersi scaldare, ma anche cibo per gli amici animali e foraggio. Ogni famiglia che raggiungeremo riceverà un po’ tutto il necessario, per questo motivo stiamo dividendo quanto finora raccolto in modo da arrivare già pronti e non perdere altro tempo prezioso”.

La carovana della solidarietà incontrerà altri mezzi pieni zeppi di beni al casello di Pesaro, dove da settimane sono in partenza altri volontari, e tutti insieme si dirigeranno verso le zone Marche e Abruzzo più colpite dal terremoto. Da Bellaria insieme ad Antonio Gori partiranno alla volta di Amatrice anche i volontari Giorgia Galassi, Andreas Guziur, Fabio Delvecchio, Cristian Magnani, Manuela Guarini e Francesca Succi che ha prestato uno dei mezzi con i quali trasporteranno le donazioni fino ad Amatrice. Il coordinamento invece è gestito da Bruno Rossi di Pesaro insieme a Paola Caramori.