Mercoledý 14 Aprile01:33:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Guerrina Piscaglia uccisa per evitare scandalo, le motivazioni della sentenza della Corte d'Appello

Attualità Nazionale | 10:14 - 25 Gennaio 2017 Guerrina Piscaglia uccisa per evitare scandalo, le motivazioni della sentenza della Corte d'Appello

"Padre Gratien uccise Guerrina Piscaglia per evitare uno scandalo. Un atto istintivo. Aveva paura. Vedeva minacciate la salvaguardia del suo onore e la sua dignità di prete". E' la tesi che si legge nelle motivazioni della sentenza, pronunciata dalla Corte d'appello il 24 ottobre 2016, che ha condannato il frate congolese a 27 anni per omicidio volontario e occultamento di cadavere. Il caso è quello della donna scomparsa da Ca' Raffaello il primo maggio 2014 il cui cadavere non è mai stato ritrovato. Padre Gratien si trova attualmente nel convento romano dei padri Premostratensi dove celebra messa e fa intensa vita di comunità. Non ha mai smesso di proclamarsi innocente.

< Articolo precedente Articolo successivo >