Venerdý 07 Maggio17:18:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Christmas Square diventa Riders on Ice: trionfano i campioni Pasini, Manzi e Bulega

Eventi Rimini | 07:43 - 30 Dicembre 2016 Rimini Christmas Square diventa Riders on Ice: trionfano i campioni Pasini, Manzi e Bulega

Giovedì pomeriggio il Rimini Christmas Square ha messo i panni racing e si è trasformato in un circuito mondiale dove scesi in pista i campioni delle moto della Rider’s Land, la terra dei piloti, la Romagna con Riders on Ice.

Nella pista di pattinaggio sul ghiaccio con le curve che hanno voluto emulare in tutto il Misano World Circuit, i piloti si sono sfidati sui pattini in un tutti contro tutti…in carena sui pinguini.

Erano presenti tutti i campioni invitati: Nicolò Bulega e Andrea Migno (Sky Racing Team VR46 – moto 3), Stefano Manzi (Sky Racing Team VR46 – moto2), il vice campione del mondo moto3 Enea Bastianini (team Estrella Galicia 00), Mattia Pasini (Team Italtrans – Moto2), Niccolò Antonelli (team Red Bull Aio – moto3), Marco Bezzecchi (team CIP - moto3), Alex De Angelis (team Pedercini Kawasaky – mondiale Superbike) e Matteo Ferrari (Team BMW Dmr Racing – Civ). A loro si è aggiunto il campione di quad freestyle Roberto Poggiali.

La sfida è stata commentata da un telecronista d’eccezione e cioè Mauro Sanchini, voce del mondiale MotoGP per sky Sport Motori che per l’occasione si è fatto aiutare da un direttore di gara particolare e cioè Alex De Angelis, rimasto insieme a Marco Bezzecchi a bordo pista.

Intorno al “circuito”, centinaia di persone a fare il tifo per i loro idoli che dopo aver preso le misure con il ghiaccio, hanno iniziato a fare sul serio con le “sportellate” ad unire la pista di Misano a quella di Piazza Cavour. Tra i più disinvolti senza dubbio Manzi e Pasini, tra i più “tranquilli” Antonelli e Migno, preso più volte in giro dai colleghi ma sceso in pista ancora febbricitante.

Dopo otto manche e la pista divenuta un ovale con i birilli volati in ogni dove, vittoria ad ex equo per Pasini e Manzi, alle loro spalle Bastianini e sul terzo gradino del podio, Bulega.

< Articolo precedente Articolo successivo >