Mercoled 18 Ottobre05:02:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo, al Teatro Lavatoio si danza per le zone colpite dal sisma: "Se i Quadri Potessero Danzare"

Spettacoli Santarcangelo di Romagna | 11:11 - 15 Dicembre 2016 Santarcangelo, al Teatro Lavatoio si danza per le zone colpite dal sisma:

Danza e solidarietà: dopo il grande successo ottenuto da “Noi... Donne” ( spettacolo che ha calcato i palchi dei Teatri di Riccione, Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro di Milano) e di “The Fusion Box”, in arrivo lo spettacolo di Tribal Fusion originale, firmato dalla direttrice Artistica Chiara Merli e prodotto da Aruke Srl: “Se i Quadri Potessero Danzare”, in scena il 17/12 al Teatro Lavatoio di Santarcangelo di Romagna.
 
Sul palco alcune tra le  più brave danzatrici italiane, coinvolte nello spettacolo,  un vero e proprio viaggio all'interno di una Pinacoteca incantata in cui i quadri prenderanno vita in  un fondersi continuo di danza e Teatro, Pittura e proiezioni tridimensionali di luci e immagini.
 
Come tutti i progetti targati Aruke srl, tutto il ricavato derivante dalla vendita dei biglietti sarà destinato ad un progetto solidale: in collaborazione con l'associazione “La Misericordia di Anconasi aiuteranno le persone e le località del centro Italia colpite dai terremoti dell'ultimo periodo.
 
Nonostante, infatti, il progetto solidale di Aruke per questo periodo sia diverso, i vertici dell'azienda hanno deciso di dedicare tutto il ricavato degli eventi post sisma per aiutare le persone e le località terremotate, portando comunque a termine il progetto solidale del periodo ( costruire un gattile sanitario in sardegna, in collaborazione con Effetto Palla Onlus) di tasca propria.
 
Lo spettacolo “Se i Quadri Potessero Danzare” andrà in scena grazie al prezioso contributo di importantissime aziende locali e non:
Reggini Auto: www.reggini.it
Giometti Cinema: www.giomettirealestatecinema.com
Nadine S: www.nadines.it
Trame: www. facebook.com/trameonline
Per info e prenotazioni:
info@arukesrl.com
merlichiara@hotmail.it
oppure 349-1942082
 

Area SondaggiIl sondaggio

Rimini seconda città più pericolosa in Italia