Mercoled 12 Dicembre11:34:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Revolution il primo progetto scolastico della provincia finanziato con il crowdfunding

Scuola Morciano | 11:02 - 31 Ottobre 2016 Revolution il primo progetto scolastico della provincia finanziato con il crowdfunding

E’ nata dagli studenti, nell’ambito delle attività di alternanza scuola lavoro, l’idea di rinnovare gli ambienti scolastici, ristrutturando gli arredi con apporto di migliorie, valorizzandone la funzionalità e l’estetica, riciclando il materiale obsoleto, utilizzando aziende artigiane locali.
L’idea è stata sviluppata in occasione del progetto Crei-Amo l’Impresa promosso da Giovani Industriali Confindustria Emilia Romagna, dall’Ufficio Scolastico Regionale ed AlmaLaurea, al quale hanno partecipato durante l’anno scolastico 2015/2016, gli studenti delle classi quarte A-B-C, dell’indirizzo Tecnico Economico, Amministrazione finanza e marketing e Sistemi informativi aziendali, dell’Istituto Statale d’Istruzione Secondaria P.Gobetti-A.De Gasperi di Morciano di Romagna, coadiuvati dai giovani imprenditori Maria Teresa Colombo e Luca Ferri.
 
Il progetto Revolution quest’anno prevede, attraverso l’utilizzo della piattaforma Eticarim di Banca Carim e il sostegno di Confindustria Romagna, l’avvio di una campagna di crowdfunding volta a finanziare la realizzazione di un’aula laboratorio dotata di arredi modulari e attrezzature informatiche, nonché l’acquisizione di attrezzature innovative per la didattica.
E’ dal legame con il proprio territorio, dal tessuto economico, sociale e culturale della zona in cui è inserita, che la scuola estrae valore e lo dissemina. Con misure come questa si cerca di stimolare la generosità delle comunità, chiedendo loro non solo di dare ma soprattutto di partecipare.
Chiunque volesse partecipare all’iniziativa e sostenere l’iniziativa, può collegarsi direttamente al progetto attraverso il link
http://www.eticarim.it/progetti/revolution_172/index.html
oppure attraverso il sito della Scuola
 
http://www.isissmorciano.gov.it/wordpress/

Area SondaggiIl sondaggio

Chiusura domenicale dei negozi, sei d'accordo?