Domenica 20 Ottobre22:47:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Riccione il cinema racconta il teatro e si contamina con musica e arte: arriva il TTV Festival

ASCOLTA L'AUDIO
Eventi Riccione | 10:54 - 27 Ottobre 2016 A Riccione il cinema racconta il teatro e si contamina con musica e arte: arriva il TTV Festival

Lo Spazio Tondelli, il Cinepalace e Villa Lodi Fè, saranno dal 3 all'8 novembre i palcoscenici del Riccione TTV Festival - performing arts on screen, giunto alla 23/a edizione.
Torna, come ogni due anni, l’appuntamento dedicato al rapporto tra arti sceniche, video e nuove tecnologie, nato nel 1985 da un'idea di Franco Quadri, sotto la direzione di Simone Bruscia.  Un laboratorio di sperimentazioni, in cui le espressioni del mondo dell’arte vengono analizzate nella loro commistione, nel loro rapporto: non a caso si parla di “ibridazione dei linguaggi” , per un'originale kermesse che va dal cinema alla musica, al teatro, alla drammaturgia.
 
Si comincia con Alessandro Baronciani, illustratore tra i più apprezzati del panorama artistico italiano, che disegnerà un’opera , svelata al pubblico sabato 5 novembre, e sarà protagonista di un evento speciale, il Concerto disegnato, insieme al musicista Colapesce.  Altro ospite d'onore sarà Matteo Garrone, uno dei più grandi registi del cinema italiano, a cui il 23° Riccione TTV Festival dedica un intero pomeriggio, sabato 5 novembre, con proiezioni, dibattiti e incontri: uno di questi appuntamenti,“Il Cinema racconta il Teatro”, vedrà protagonista anche Graziano Graziani, scrittore e critico teatrale, voce del Programma Fahrenheit di Rai Radio Tre, che con Garrone, analizzerà il teatro “non ufficiale”, meno visibile, quello a cui il cinema è tanto debitore per la ricerca e la sperimentazione.
“Riccione è un faro per il teatro– spiega Graziani – è una realtà che si trasforma nel tempio del pensiero. Qui il teatro riesce ad ‘abbattere la quarta parete’”.

Proiezioni, concerti, conversazioni e non solo. Domenica 6 novembre allo Spazio Tondelli va in scena Viaggio al termine della notte, con protagonisti Elio Germano e Teho Teardo, che dopo anni di successi tornano a confrontarsi con il capolavoro letterario di Louis-Ferdinand Céline. 

 
Gli altri assi del TTV non sono da meno: per la seconda edizione consecutiva ritorna Peter Greenaway, tra i più importanti maestri del cinema d’autore. Sarà a Riccione per il brevissimo tour di presentazione del film Nightwatching, presentato in concorso alla 64a Mostra del cinema di Venezia, dopo tappe come Roma, Firenze e Venezia.  E ancora Ottavia Piccolo che presenta il film “7 Minuti” di Michele Placido, giovedì 3 novembre al Cinepalace, ore 20 e 30, e Sergio Rubini per “La Stoffa dei Sogni” di Gianfranco Cabiddu, lunedì 8 novembre, Cinepalace, 20 e 30.

 
“Una proposta che unisce sperimentazione e tradizione, nella ricerca dell’avanguardia”, spiega il direttore Bruscia, una proposta a cui “ci piacerebbe aggiungere un ulteriore ‘step’ - spiega il Presidente dell’Istituzione Riccione per la Cultura Giovanni Bezzi-: proporre un programma più ‘pop’, mantenendo la qualità”. Non solo: donare a questo progetto una propria identità, nuova, che nasca dall’evoluzione del TTV. Ed è proprio Bezzi che ribadisce l’ottimo lavoro fatto da Riccione Teatro, a cui la Regione ha rinnovato la fiducia stanziando per i progetti 75 mila euro.  Un lavoro pensato per “coinvolgere più realtà e divertirsi – afferma il sindaco di Riccione Renata Tosi – pensato anche per  le scuole, per stimolare la curiosità e agevolare il confronto”.
Il Riccione TTV Festival è un progetto a cura di Riccione Teatro ed è promosso da Comune di Riccione - Istituzione Riccione per la Cultura, ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna e Regione Emilia-Romagna. 


 
Ascolta le interviste a Graziano Graziani, scrittore e critico teatrale, voce del Programma Fahrenheit di Rai Radio Tre, e Renata Tosi, sindaco di Riccione

ASCOLTA L'AUDIO