Martedý 21 Gennaio12:43:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Carenza organico e mezzi, Polizia a Rimini costretta agli straordinari: 1400 servizi in 50 giorni

Attualità Rimini | 13:05 - 16 Ottobre 2016 Carenza organico e mezzi, Polizia a Rimini costretta agli straordinari: 1400 servizi in 50 giorni

Rimini primatista per reati in Italia secondo l'ormai nota classifica del quotidiano "Il Sole 24 Ore". Quello che è certo sono gli sforzi delle forze dell'ordine per garantire la sicurezza, nonostante organici non proporzionati alla mole di lavoro da svolgere. Il Sap, per voce del Segretario Generale Gianni Tonelli, ha inviato una lettera dettagliata al capo della Polizia Gabrielli, lettera che fa seguito alle già numerose denunce.  Nel 2015 a Rimini sono stati riscontrati 7791 reati ogni 100.000 abitanti, con un numero complessivo di reati pari a 26136. Le 16 milioni di presenze annue nella provincia determinano un flusso che va ben oltre ai tre mesi estivi, Rimini vive 365 giorni all’anno ed aggiunge alla classica metà turistica estiva una serie innumerevole di eventi di caratura nazionale ed internazionale che riempiono il calendario in tutti l’arco dell’anno. Ogni settimana porta con se un evento da gestire e una serie di dispositivi da attuare. In questo panorama in continua evoluzione e crescita, la Polizia deve adoperarsi con dotazioni, mezzi e risorse assolutamente sotto dimensionate rispetto alla mole di lavoro richiesto dal territorio. Anche nel 2016 il personale si è adoperato alle varie richieste di servizi, sforando il numero di cambi turno totali per la Questura già nel mese di agosto e il monte ore straordinari tra maggio e settembre. In 50 giorni il personale della Questura ha svolto 1400 servizi.


Il Sap, per voce di Gianni Tonelli e del segretario provinciale di Rimini Tiziano Scarpellini, richiama ancora una volta l'attenzione delle Istituzioni, con un accorato appello: "Gli uffici sono al collasso, il personale con una età media intorno ai 50 anni, non può reggere i ritmi imposti per fare fronte alle esigenze". Non vanno infatti dimenticati i compiti burocratici a cui la Polizia adempie, così, racconta il Sap, negli uffici aperti al pubblico la mancanza o la sottrazione di personale crea enorme disagio agli utenti, i  quali costretti a lunghe file finiscono, per litigare o alterarsi  durante l’attesa costringendo gli operatori anche a sedare screzi vari nei luoghi di attesa. Le difficoltà riguardano anche altri uffici: la Polizia Stradale in provincia nelle ultime settimane ha svolto il servizio con sole 4 autovetture con colori d’istituto. La sezione Polstrada di Rimini conta solo undici pattuglianti che si sobbarcano anche l’onere della sala radio. Il distaccamento polizia stradale di Novafeltria dopo essersi spostato in una nuova sede vede una mancanza di oltre il 50% dell’organico. La polizia postale ha un solo sottufficiale (il capo ufficio) per prendere le denunce, l'organico è di 4 operatori.


La richiesta del Sap è quella di potenziare l'organico, cambiando la fascia di classificazione della Questura di Rimini, ma sono necessari anche cambiamenti dal punto di vista della logistica: si deve velocizzare il passaggio in strutture diverse dalle attuali, alcune delle quali rispettano i canoni minimi di sicurezza, soprattutto in un periodo di allerta terrorismo. Inoltre, la dispersione in 4 strutture allunga i tempi di reazione dei vari uffici ed aumenta il numero di personale utilizzato per la vigilanza degli stabili stessi.