Giovedė 05 Dicembre20:43:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini Fiera, a TTG Incontri il futuro del turismo: tra innovazione e sviluppo, la prossima meta è la Cina

ASCOLTA L'AUDIO
Turismo Rimini | 16:25 - 13 Ottobre 2016 Rimini Fiera, a TTG Incontri il futuro del turismo: tra innovazione e sviluppo, la prossima meta è la Cina

Rimini capitale del turismo e vetrina delle strategie di crescita di uno dei comparti più produttivi al mondo: è il 53° TTG Incontri,  l’appuntamento più importante in Italia e fra i primissimi in Europa per la filiera dell’industria del turismo, dell’Ospitalità e dell’Outdoor, in programma a Rimini Fiera dal 13 al 15 ottobre.
In concomitanza, sempre al quartiere fieristico, SIA GUEST, il Salone Internazionale dell'Accoglienza con la nuova sezione biennale Tende&Tecnica e SUN, il Salone Internazionale dell'Outdoor. La formula innovativa che concentra in un'unica location e in tre giorni tutta l'offerta per il turismo, l'accoglienza e il tempo libero, crea efficaci opportunità di networking tra chi realizza il prodotto e chi lo distribuisce.
Taglio del nastro alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo Dorina Bianchi, dell’Assessore al Turismo e Commercio dell’Emilia Romagna Andrea Corsini e dell’Assessore al Bilancio e allo Sport Gianluca Brasini. A fare gli onori ovviamente il Presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni.
 
“Il TTG Incontri – sostiene Il Sottosegretario Bianchi – è un esempio di come dev’ essere organizzato il turismo nel nostro Paese e non posso negare di essere emozionata, dato che questo è il mio primo taglio del nastro nel ruolo che mi trovo a coprire”.
“Ci stiamo impegnando per consolidare la valorizzazione dei centri più importanti, come le città d’arte, ma l’obiettivo è quello di sviluppare le infrastrutture a favore di quelle mete ancora poco conosciute, che fanno parte del patrimonio del Paese, un Paese che va vissuto e che deve esser non solo ‘del bello’, ma anche ‘del buono’: non a caso – conclude Bianchi - stiamo sviluppando dei progetti per lo sviluppo turistico dei borghi d’Italia”.
 
I numeri parlano chiaro: i dati nazionali nel primo semestre fanno segnare un +4% e inseriscono il turismo al terzo posto per valore economico in una classifica che lo vede dietro ai comparti ‘combustibili’ e ‘auto, moto e alimentare’.  E’ Lorenzo Cagnoni a snocciolare le cifre spiegando le nuove prospettive: la Cina in primis,  nuovo mercato in straordinaria evoluzione.
 
Numeri e prospettive che devono essere affiancati anche da una strategia, “la promozione del ‘Brand Italia’ per esempio – spiega l’Assessore Corsini, e lavorare affinché il turismo abbia una programmazione ‘dedicata’, in maniera da poter accedere alle risorse messe a disposizione dallo Stato”.
 
Punto cruciale è aprirsi e lavorare in prospettiva internazionale, come spiega Fabio Lazzerini, consigliere delegato Enit: “I mercati più lontani non conoscono le piccole realtà locali, ma solo i grandi centri culturali, ecco perché bisogna studiare come spostare i flussi turistici".
 
 
Rimini Fiera attende nelle tre giornate oltre 63.000 operatori professionali, 1000 buyers da 85 Paesi. Un pubblico che incontrerà la proposta di 3.000 espositori, 130 destinazioni italiane e del Mediterraneo con le loro proposte turistiche, le forniture e le tecnologie alberghiere, le strutture e l’arredo di spazi esterni, per un totale di 312 eventi dedicati al business del turismo.
 
 
 
Interviste a Dorina Bianchi, Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni Culturali e Ambientali e del Turismo , Lorenzo Cagnoni, Presidente Rimini Fierae Andrea Corsini, Assessore al Tursmo e Commercio della regione Emilia Romagna

ASCOLTA L'AUDIO