Marted́ 26 Maggio01:58:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, in barca per raccogliere rifiuti in mare: torna l'iniziativa di Legambiente

Ambiente Rimini | 13:08 - 20 Settembre 2016 Rimini, in barca per raccogliere rifiuti in mare: torna l'iniziativa di Legambiente

Il 25 settembre, a Rimini, una veleggiata solidale all’insegna di Puliamo il Mondo

“Un mare pulito e senza barriere” I circoli di Legambiente della Valmarecchia, insieme all’associazione Marinando e all’Unione Vela Solidale, da anni impegnati per rendere il mare accessibile a tutti, partecipano all’edizione 2016 di Puliamo il mondo, con la veleggiata solidale “Un mare pulito e senza barriere”. Un’iniziativa che rientra nell’ambito della “Giornata della Cittadinanza solidale” promossa dalla Regione Emilia-Romagna.

L’appuntamento è domenica 25 settembre, alla Marina di Rimini – Nuova Darsena (viale Ortigara), alle 9,30. Si parte alle 10 con un’uscita in barca armati di retino (chi ne avesse uno è invitato a portarlo) per la raccolta di rifiuti in mare. Rientro alle 12,30 per la premiazione (alle 13) dell’equipaggio che avrà recuperato la maggior quantità di materiale.

In premio: la coppa realizzata da SecondaMateria artistic Group, una cellula di Mutonia (campo Mutoid di Santarcangelo di Romagna) che nasce dall’incontro tra l’artista scultore ToMa (Tommaso Maltoni) e la danzatrice performer Silvia Proietti.

La peculiarità artistica e nel creare lavori e spettacoli, utilizzando materiali di recupero, dando nuova vita ai rifiuti (rientrando a pieno nello scopo di economia circolare) che si trasformano in sculture e macchinari meccanici.

Spesso questa campagna per l’ambiente si concentra sulla pulizia di zone abitate o piccoli parchi, quest’anno, grazie all’interazione con l’associazione Marinando e l’Unione Vela Solidale, a Rimini si parlerà anche dell’abbattimento delle barriere architettoniche. Il mare è, infatti, un luogo dove si superano le differenze e si possono costruire ponti tra le genti: in barca ogni membro dell’equipaggio, con le sue peculiarità, è indispensabile per la buona riuscita della navigazione.

La volontà è coinvolgere le persone, le associazioni e gli altri gruppi di persone che amano il mare, per ripulirlo. Si invitano quindi gli armatori ad aderire all’iniziativa mettendo a disposizione le proprie imbarcazioni per la veleggiata.