Giovedý 27 Febbraio23:49:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Per gli alunni di Riccione il primo giorno di scuola con gli auguri dell'Assessore Galli

Scuola Riccione | 15:56 - 15 Settembre 2016 Per gli alunni di Riccione il primo giorno di scuola con gli auguri dell'Assessore Galli

Giovedì’ 15 settembre primo giorno di scuola, l’Assessore alle Politiche Educative Laura Galli ha portato personalmente gli auguri presso alcun scuole, in rappresentanza di tutte gli istituti scolastici. La prima visita ha coinvolto i ragazzi della scuola elementare “ Annika Brandi”, recentemente oggetto di importanti lavori manutentivi, alla presenza della Dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo n. 1 Filomena Liberti e di alcune insegnanti. L’Assessore ha lanciato l’invito ai giovani studenti di inviare proposte e suggerimenti agli amministratori per contribuire a  rendere la città sempre più a misura di bambino. 


La visita è proseguita nelle classi della scuola elementare “ Fontanelle” dove con le insegnanti e il neo Dirigente Scolastico  dell’Istituto Comprensivo n.2 Nicola Tontini, l’Assessore ha posto l’accento “sull’importanza dell’esperienza che i giovani alunni si apprestano ad intraprendere assieme alle loro insegnanti e a tutto il personale scolastico. Non solo studio ma anche divertimento ed entusiasmo – ha commentato l’Assessore – partendo dalla consapevolezza che buona parte del loro tempo, oltre alla famiglia, questi ragazzi la trascorreranno proprio a scuola”. 


Le ultime scuole sono state le elementari delle “ Maestre Pie Paese” e  la “Redemptoris Mater” dove i bambini avevano preparato caramelle e dolciumi di benvenuto.


 “ L’augurio personale al quale non ho voluto mancare questa mattina – ha concluso l’Assessore Galli - mi ha reso estremamente soddisfatta per la sensibilità e i sorrisi dei miei piccoli concittadini. La scuola non costituisce per me solo un impegno quotidiano affinchè i servizi scolastici per i nostri bambini e le loro famiglie siano adeguati sotto ogni aspetto, ma essendo madre, condivido ogni apprensione dei genitori certa che la partecipazione alla vita della comunità sia la migliore strada da seguire”.