Mercoledý 25 Novembre20:37:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VIDEO: Rimini F.C., il patron Grassi si presenta. "Un progetto sostenibile per i prossimi 50 anni"

Sport Rimini | 16:36 - 04 Agosto 2016

Nel video le interviste al patron Giorgio Grassi, al tecnico Alessandro Mastronicola e al direttore sportivo Pietro Tamai.

Un nuovo modo di fare calcio è possibile. Questa, in buona sostanza, la convinzione espressa dal neo-patron biancorosso Giorgio Grassi durante la presentazione ufficiale del Rimini F.C., la nuova società chiamata a dare continuità ai 104 anni di storia del calcio riminese, avvenuta nel quartier generale della “Grabo ballons” a Coriano. Sono 5 i pilastri fondamentali da cui ripartire per far sì che il Rimini sia dei riminesi e soprattutto, come stato sottolineato, per dare vita a “un progetto sostenibile per i prossimi 50 anni”: la società, il supporto dell’amministrazione comunale, l’aiuto degli imprenditori locali (“non tanto da pochi – ha spiegato Grassi -, ma poco da tanti”), il sostegno dei tifosi, senza la passione dei quali il calcio non esiterebbe e il ruolo dei media che devono informare raccontando la verità. Di spessore, e non propriamente usuali nell’attuale mondo del calcio, i valori su cui si basa il progetto. Sarà una società basata sull’etica e sulla sportività, sull’ospitalità nei confronti degli avversari, che punterà sui giovani e le famiglie, una società trasparente (sia in termini di come vengono reperite le risorse che in quale modo vengono impiegate, ogni 3 mesi verrà fatto pubblicamente il punto della situazione) e che, a differenza di quanto accaduto in passato, pagherà i debiti: “Siamo persone serie – ha affermato Grassi -, nel caso non fossimo in grado di andare avanti consegneremo le chiavi al sindaco ma prima onoreremo tutte le pendenze”.  Il patron ha poi spiegato il perché sarà Eccellenza e non serie D. “I tempi non lo avrebbero consentito, basti pensare che nella serie superiore la maggior parte delle squadre è già al lavoro da due settimane. Dobbiamo ripartire da zero, ricostruire, e per farlo nella maniera giusta credo opportuno partire dalle fondamenta”. Presidente del sodalizio sarà Sergio Santarini, ex giocatore biancorosso dal ’63 al ’67 oltre che affermato campione a livello nazionale con le casacche di Inter e Roma. “In questo senso sono un debuttante, mi auguro di poter avere un po’ delle soddisfazioni ottenute quando ero giocatore”. Alla sua prima esperienza, come tecnico della prima squadra, Alessandro Mastronicola. “Le motivazioni sono altissime, anche perché questi colori li ho indossati da giocatore e poi da allenatore delle giovanili e, lo scorso anno, come secondo di Acori. Capisco la delusione dei tifosi ma stiamo cercando di allestire una squadra competitiva. Al pubblico chiedo di valutare il nostro operato, poi sono certo non mancheranno di starci vicini”.
Sempre a livello tecnico il nuovo Rimini potrà contare sull’esperienza di Roberto Landi (ex allenatore, tra le altre, della Nazionale della Liberia e delle Under21 di Georgia e Lituania) in qualità di supervisore tecnico mentre il settore giovanile sarà affidato all’ex giocatore biancorosso (dal ’73 al ’78 e nel biennio ’86-’88) Walter Berlini. Nell'organigramma anche il Vice Presidente Andrea Boldrini e il Team Manager William Fabbri.