Marted 17 Settembre01:00:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

I viaggi letterari di un'olandese che ama Rimini, "Un libro per the" ospita Maggie Van Der Toorn. INTERVISTA

ASCOLTA L'AUDIO
Cultura Rimini | 10:46 - 29 Luglio 2016 I viaggi letterari di un'olandese che ama Rimini, "Un libro per the" ospita Maggie Van Der Toorn. INTERVISTA

Ultimo appuntamento della rassegna “Un libro per the”, un’idea di Zeinta di Borg con la collaborazione di Feltrinelli Rimini dedicata alla diffusione della cultura all’interno dei bar, in contrasto alla piaga del gioco d’azzardo.

Venerdì 29 luglio alle 21.00 l’autrice Maggie Van Der Toorn (in audio la sua intervista) presenterà “Partenze” (Edizioni DrawUp) e “Posti a sedere” (L'Erudita-Giulio Perrone Editore) al Mirage di Torre Pedrera, via San Salvador 57. Durante l’incontro, letture a cura di Alessandra Giardina ed interventi musicali.

Maggie Van Der Toorn è olandese ma vive in Italia da oltre trent’anni, ha una passione viscerale per la scrittura e per la lingua italiana che l’ha portata ad essere autrice, prima di musical e poi di romanzi. Le sue ultime opere sono i libri “Partenze” e “Posti a sedere”, che ci presenterà nell’ultimo appuntamento di “Un libro per the”. L’incontro sarà un trionfo di sorprese con letture a cura di Alessandra Giardina e accompagnamento musicale dal vivo.

“Ho pensato a “Posti a sedere” – spiega l’autrice – come a una raccolta di racconti che si dipanano attorno a un posto a sedere vero e proprio, che sia in uno stadio, in un treno o in un bar. Ho voluto esplorare cosa questo possa significare per otto personaggi che compongono l’umanità del libro. Ognuno di loro dà un significato a quell’attimo, quel luogo, quel sedile, che magicamente è tramite per le loro paure, i loro sogni, la loro pace.

Anche se a primo impatto potrebbe sembrare un sequel, “Posti a sedere” è in realtà il prequel di “Partenze”. In quest’ultimo romanzo infatti i personaggi descrivono l’aspettativa, tutto ciò che si aspettano dall’azione che stanno per intraprendere.”

I due libri si intersecano, come se uno contenesse i capitoli mancanti dell’altro, un’integrazione tra momento della decisione e momento dell’azione. La volontà dell’autrice è che il lettore si immedesimi nei personaggi, per comprenderne il senso e le sfumature e per ritrovare le sottili similitudini con il proprio vissuto, magari seduti a trovare refrigerio sorseggiando una bibita. Insomma, che sia proprio un libro per the?

Si consiglia di contattare il locale per prenotare…posti a sedere!

0541 723093 – ingresso gratuito

ASCOLTA L'AUDIO