Giovedý 14 Novembre23:55:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket San Marino, da Riccione il primo rinforzo: la guardia-ala Marco Amadori

Sport Repubblica San Marino | 14:00 - 28 Luglio 2016 Basket San Marino, da Riccione il primo rinforzo: la guardia-ala Marco Amadori

Non ci sono solo le conferme, i ritorni e gli arrivi in uscita dalle giovanili nel nuovo roster Asset Banca. Il Presidente Marco Ciacci e la dirigenza hanno intenzione di piazzare alcuni colpi per puntellare il gruppo in vista della nuova stagione e rimpiazzare alcune uscite eccellenti.

Il primo é Marco Amadori, classe '89 in uscita dalla C Silver di Riccione, visto anche in divisa Crabs, fortemente voluto da società e Coach, dalla carta d'identità cestistica ben precisa ("sono una guardia/ala, preferisco entrare in area con penetrazioni che possono rompere la difesa, ma non escludo il tiro dietro l'arco dei 3; mi piace giocare di squadra cercando assist quando c'è l'occasione e punto molto sulla difesa individuale; mi carica molto un canestro ben costruito dopo una solida difesa"), un connubio ormai consolidato con il Coach ("tra i ricordi più belli mi sento di citare la promozione in C Silver avvenuta con Riccione nella stagione 2014/2015 con Coach Foschi"), consapevole di entrare in un gruppo dove con i suoi 27 anni appena compiuti può considerarsi una chioccia ("con una squadra giovane punteremo molto sull'intensità, cercando di mantenere un ritmo di gioco elevato; ho sempre giocato in questo modo e cercherò di dare il meglio anche in questa esperienza"), con idee chiare e positive ("ringrazio società e Coach per l'opportunità che mi sarà data, sono carico e motivato per la prossima stagione; a mio parere ci sono le possibilità per fare bene; starà a noi a dimostrarlo settimana dopo settimana; la chiave sarà la coesione e la determinazione; diamo il massimo e divertiamoci!") ed hobby importanti ("fuori dal campo quando ho un po' di tempo libero da lavoro o studio ascolto musica e da qualche anno suono il pianoforte da autodidatta").

Nella foto: Marco Amadori (a destra) con il Team Manager Fabrizio Bartolini