Venerd́ 15 Novembre00:00:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovani talenti del Triathlon Riccione in evidenza: Alessio Crociani oro nei campionati italiani

Sport Riccione | 13:10 - 27 Luglio 2016 Giovani talenti del Triathlon Riccione in evidenza: Alessio Crociani oro nei campionati italiani

Successi importanti sul piano nazionale per il Triathlon Polisportiva Riccione, che torna con grandi soddisfazioni dai Campionati Italiani di categoria individuali e a squadre che si sono svolti domenica 24 luglio a Montesilvano (Pe). Oro per Alessio Crociani e due argenti conquistati da Sharon Spimi e Nicolò Strada, più un ottimo quinto posto nella staffetta mista per gli atleti riccionesi, che si confermano in crescita con prestazioni di livello nazionale.

Alessio Crociani si mette l’oro al collo e diventa campione italiano categoria Youth A vincendo una gara che ha visto ai blocchi ben 76 atleti. Crociani e Zanlungo del Pianeta Acqua escono per primi dalla frazione a nuoto, ma è Giacomo Merlo (RN Marostica) a tentare la fuga già nel primo giro di bici, con Crociani e Zanlungo più dietro, seguiti dal gruppone. Crociani riesce a raggiungere Merlo all’ultimo giro, poi ad allungare, lasciando all’avversario il secondo gradino del podio, con Matteo Nonino (Cus Udine) terzo. Per la Polisportiva Riccione, Marco Tonti è 23° ed Edoardo Vismara 31°. Tra le femmine Youth A, Alessia Righetti chiude con un buon 11° posto.

E’ argento per Nicolò Strada (Youth B), su 70 atleti al via. Nicolò Ragazzo parte in testa nella frazione a nuoto, con Nicolò Strada, Angelini (Fiamme Oro) e Ingrilli (CNM Milano) subito dietro. Nella frazione di bike il gruppetto è salito a cinque, con l’ingresso di Riccardo Brighi (Amici del Nuoto Modena). Strada è partito subito all’attacco e dopo il primo giro Ragazzo si è staccato. Nicolò, sfruttando le sue doti ciclistiche, ha ancora provato a fare selezione conducendo in testa buona parte della frazione bike, ma non riuscendo a staccare gli atleti rimasti. A corsa Strada e Brighi partono davanti, poco dietro c’è Ingrilli; i due rimangono appaiati tutto il primo dei due giri a corsa, poi Brighi allunga e Strada deve accontentarsi del 2° posto con Ingrilli sul terzo gradino del podio di categoria. Nella gara femminile Youth B, Elisa Marzi si piazza all’11° posto, appena fuori top-ten, mentre Linda Fiorenzola è 21esima al traguardo.

Ottimo argento anche per Sharon Spimi nella categoria Junior. Bravissima Sharon nella frazione d’apertura a nuoto, capace di mettere 20’ fra sé e le prime inseguitrici Moretti (TD Rimini), Cassinari (Pianeta Acqua) e Pozzuoli (Minerva Roma). Bene Spimi anche nella frazione di bici, con una coraggiosa fuga in solitaria di 20 km, in cui le tre inseguitrici non sono riuscite a riprenderla. Sharon scende dalla bici con 56’’ di vantaggio, ma poi ha è costretta a fermarsi al penality box per 10’’ a scontare una dubbia ammonizione. Il vantaggio si assottiglia ancora nella frazione di corsa con il sorpasso di Caterina Cassinari al secondo giro e vittoria di dell’atleta del Pianeta Acqua su Spimi che, ricordiamo, è al suo primo anno da triathleta. Terza Tania Molinari (Piacenza Triathlon).

L’ultima gioia per i colori della Polisportiva Riccione arriva nella gara di staffetta mista che ha chiuso la manifestazione tricolore. La squadra riccionese composta da Linda Fiorenzola, Nicolò Strada, Elisa Marzi e Alessio Crociani si piazza al 5° posto.

Con questi risultati la società sale di un gradino la classifica del Campionato Nazionale Giovani per società, piazzandosi al quarto posto dietro Minerva Roma, RN Marostica e PPR Team.

“Non possiamo che essere soddisfatti per il lavoro fatto fin qui, che sta portando risultati importanti – spiega la responsabile della sezione Triathlon Polisportiva Riccione, Silvia Serafini -. Ricordiamoci che lavoriamo da soli tre anni e i meriti vanno divisi per tutti: in primis grande merito ai ragazzi che si impegnano tanto tutti i giorni con grinta e determinazione, all’allenatore Massimo Strada e a Gianlorenzo Parmigiani ‘nuovo acquisto’ per lo staff del triathlon, che è uno specialista nel nuoto e ci sta dando una mano molto importante”.