Mercoledý 16 Ottobre22:39:40
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rintracciato e arrestato latitante mafioso: era in vacanza a Bellaria

Cronaca Rimini | 11:21 - 17 Luglio 2016 Rintracciato e arrestato latitante mafioso: era in vacanza a Bellaria

Rintracciato dalla Squadra Mobile di Rimini, in collaborazione con la Squadra Mobile di Taranto, in un albergo di Bellaria, D. L. C., 63enne, tarantino, pericoloso latitante, destinatario  di un provvedimento di fermo del P.M. emesso dalla Direzione Distrettuale di Lecce il 20/06/2016, al quale si era sottratto.
           
L’uomo fa parte di una pericolosa associazione mafiosa della provincia di Taranto  ritenuta responsabile, a vario titolo, di associazione per delinquere di stampo mafioso, concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, estorsione aggravata dal metodo mafioso, rapina aggravata, detenzione illecita di armi clandestine e munizioni, danneggiamento aggravato dal metodo mafioso e altro. Il 63enne, che stava trascorrendo le sue vacanze nella località romagnola con la famiglia, risulta elemento di spicco del clan “Di Pierro”.
 
Al momento dell’identificazione l’uomo ha mostrato agli inquirenti un documento di identità contraffatto pensando che tale espediente potesse permettergli di farla franca. Solo successivamente, vistosi scoperto, ha confermato le proprie generalità.
 
E’ stato tratto in arresto anche per il reato di fabbricazione di documento contraffatto. L’operazione di Polizia si inserisce in un quadro più ampio di attività di Polizia Giudiziaria svolte dalla Squadra Mobile di Rimini anche finalizzate al rintraccio di latitanti che, nel periodo estivo, si rifugiano sulla riviera romagnola.