Domenica 21 Luglio18:22:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, Pompignoli (Lega): "Troppi portoghesi al pronto soccorso". Interrogazione in giunta

Sanità Rimini | 16:06 - 11 Luglio 2016 Rimini, Pompignoli (Lega): "Troppi portoghesi al pronto soccorso". Interrogazione in giunta

Al pronto soccorso di Rimini in tanti la fanno franca e non pagano il ticket. Questa, in soldoni, la denuncia del consigliere regionale della Lega Nord Massimiliano Pompignoli che, al proposito, ha portato il caso in Assemblea regionale interrogando l'assessore alla Sanità Sergio Venturi e la Giunta sui numeri delle prestazioni rimaste insolute: "Venturi ci dica di che cifre parliamo e chi non paga. E' l'ennesima testimonianza di un'azienda che non funziona"

Questo il testo dell'interrogazione. 

"Sarebbero migliaia le persone che in tutta la provincia di Rimini, si sottraggono indebitamente al pagamento del ticket sanitario per l’accesso a prestazioni ordinarie o straordinarie di pronto soccorso. Si tratterebbe di una situazione dilagante contro cui l’Ausl di Romagna ha intensificato l’azione di recupero crediti pur riscontrando molteplici difficoltà". Questo l’incipit dell’interrogazione del consigliere regionale della Lega Nord Massimiliano Pompignoli che punta il dito contro le fantasiose rilevazioni della Giunta Bonaccini e dell’assessore Venturi. "Questi episodi, sia mai ce ne fosse ancora bisogno, testimoniano che l’Ausl di Romagna non funziona e fa acqua da tutte le parti".
Nelle domande il consigliere del Carroccio chiede "a quanto ammonti l’importo complessivo di questi mancati pagamenti nel 2014, 2015 e nei primi sei mesi del 2016, in che misura questa “piaga” incida nei bilanci dell’Ausl di Romagna e se corrisponda al vero che i crediti relativi a prestazioni sanitarie erogate in favore di cittadini stranieri, irregolari e non, siano i più difficili da recuperare. Mi piacerebbe sapere - conclude Pompignoli - di che cifre parliamo e soprattutto chi siano le persone abitualmente coinvolte in questa usanza".