Luned́ 25 Maggio08:47:01
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Santarcangelo Festival, si riaprono le porte della Rocca Malatestiana. Martedì debutta Progetto Demoni

Spettacoli Santarcangelo di Romagna | 13:21 - 11 Luglio 2016 Santarcangelo Festival, si riaprono le porte della Rocca Malatestiana. Martedì debutta Progetto Demoni

Quinta giornata per la 46a edizione del Festival Internazionale del Teatro in Piazza e prima occasione per entrare in uno dei luoghi caratteristici del borgo romagnolo, chiuso da anni al pubblico: la Rocca Malatestiana. Di proprietà della contessa Marina Colonna, edificio che si crede possa essere stato il teatro del delitto di Paolo e Francesca, la Rocca ospita a partire da domani, martedì 12 luglio, due dei tre episodi del Progetto Demoni (ispirato a Dostoevskij), di Alessandro Miele e Alessandra Crocco, che presenteranno invece un terzo frammento nella Grotta Municipale. sotto la guida invisibile di Fëdor Dostoevskij i due giovani artisti distillano tre frammenti dal celebre capolavoro russo I demoni, li disancorano completamente dalla trama originaria e li trasformano in evocazioni dense, irriducibili, dirette, intime, capaci di portare lo spettatore al cuore di un avvenimento. I frammenti si focalizzano su tre figure: Marjia, Liza e Stavrogin. Il pubblico, formato da un solo spettatore o piccoli gruppi alla volta, si trova a fronteggiare, in episodi di pochi minuti, questi personaggi schiacciati sotto il peso di un’idea, continuamente divorati da un demone. Quello in programma domani è il frammento #1 Marija.
Continuano invece allo Sferisterio gli spettacoli dedicati ai più piccoli: alle 21.30 Kinkaleri avvicina il giovane pubblico al mondo dell’opera lirica con Butterfly, rivisitazione dell’opera omonima di Giacomo Puccini, utilizzando ambientazioni musicali, colori e segni, in un continuo gioco di figure e sagome. Gli spettatori saranno così magicamente trasportati in Estremo Oriente. 
Alle 23,30 ultimo appuntamento con Lumen di Luigi De Angelis e Emanuele Wiltsch Barberio che questa volta fanno apparire il loro fuoco fatuo alla cava lungo il fiume Marecchia, preceduto dal battito di un cuore d’artista: questa volta quello di Cristina Kristal Rizzo. Dalla mezzanotte e mezza la performance lascerà il posto al Dopofestival mobile sempre a cura di Luigi De Angelis e Emanuele Wiltsch Barberio (ingresso libero).
Sempre alle 23,30 ma in piazza Ganganelli Djset con le signore di Azdora.
Inoltre, il Festival di Santarcangelo propone quest’anno anche un cartellone di concerti gratuiti che si terranno nel cuore del centro storico, in piazza Monache. Si parte con The Soft Moon.
Mara Oscar Cassiani alle 21.30 con la sua performance The sky was Pink trasforma Parco Francolini con musica dance e djset, introducendo in questo luogo atipico un ballo collettivo in grado di attrarre e catturare il pubblico, con un cielo che si tinge di rosa sul farsi della notte.
Sul fronte della danza, ultima replica dello spettacolo Higher di Michele Rizzo, giovane coreografo italiano attivo ad Amsterdam, che porta allo spazio Teorema (ore 20,30) un omaggio al potere catartico della danza come forma di celebrazione dell’esistenza, immerso nell’universo estetico, relazionale e sociale del clubbing contemporaneo.
In uno scenario atipico, ma profondamente conosciuto dai santarcangiolesi come il Ristorante Zaghini, viene presentato di nuovo alle 19,00 Antologia di S. di Riccardo Fazi: già presente al Festival l’anno precedente come installazione visiva e sonora, oggi è un radiodramma, in cinque puntate da quindici minuti ciascuna, che racconta la storia della ricerca di una donna conosciuta più di vent’anni prima, in cui Fazi indaga come tempo, spazio e sogni si spostano lungo l’arco di una vita.  
La giornata si apre ancora con le Audio Guide di Cristian Chironi e con l’apertura dello spazio Paglierani che ospita le installazioni Ghezzz di Cosmesi, invito ad entrare in un paesaggio montano che avrà anche momenti performativi e Thirst dell’artista lettone Voldemārs Johansons, che porta ad immergersi nelle atmosfere Sturm und Drang dell’Oceano Atlantico in tempesta.
Biglietti disponibili on line su vivaticket.it. La biglietteria è in piazza Ganganelli, aperta dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 23,30. La prenotazione telefonica è attiva dalle 10,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 17 allo 0541 623149. www.santarcangelofestival.com