Gioved 19 Settembre23:46:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Vaccini obbligatori per i bambini dell'asilo, Rimini il picco di copertura più bassa

Sanità Rimini | 17:44 - 06 Luglio 2016 Vaccini obbligatori per i bambini dell'asilo, Rimini il picco di copertura più bassa

L'Emilia-Romagna è la prima Regione italiana che ha deciso di introdurre l'obbligo delle vaccinazioni per l'iscrizione dei bambini ai nidi d'infanzia. Le famiglie hanno un anno di tempo per mettere in regola i libretti sanitari dei piccoli. Una decisione spinta anche da un forte movimento on line dei genitori provaccini. In Regione, dal 2010 al 2015, la copertura per le quattro vaccinazioni obbligatorie per l'Ausl (difterite-tetano-poliomelite-epatiteB al 24esimo mese) è scesa dal 96,5 al 93,4%, con punte più basse nelle province di Rimini (87,5% nel 2015) e Cesena (89,5%). Per l'assessore alla sanità Sergio Venturi si tratta di una "battaglia di civilita'. Dobbiamo garantire la sicurezza dei bambini che ospitiamo nei nostri nidi. Alcuni non possono essere vaccinati, quindi abbiamo bisogno che non circolino virus perche'' le conseguenze su un bambino debole possono essere anche mortali". All'ospedale di Rimini, ha ricordato l'assessore, c'e' un bimbo affetto da meningite da emofilo B, mentre e' noto il caso della bimba morta a Bologna lo scorso anno. "Serve un intervento deciso e forte, oltre a combattere le leggende metropolitane", ha evidenziato.