Sabato 10 Dicembre11:11:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Guardia Finanza Rimini sequestra oltre 3200 prodotti contraffatti e il cane ‘Ulla’ scova la droga

Cronaca Rimini | 15:09 - 01 Luglio 2016 Guardia Finanza Rimini sequestra oltre 3200 prodotti contraffatti e il cane ‘Ulla’ scova la droga

E’ufficialmente scattato il programma di intensificazione dei servizi di controllo del territorio da parte dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini.
 
 
Solo negli  ultimi mesi sono stati oltre 200 gli interventi di polizia economico - finanziaria che hanno permesso di rilevare, tra l’altro, violazioni in materia di commercializzazione di prodotti privi della marcatura CE o comunque irregolari oltre che violazioni in materia di sostanze stupefacenti.
 
Scoperti venditori abusivi di merce contraffatta bloccati alla stazione ferroviaria e alle fermate degli autobus di linea con grossi borsoni contenenti prodotti di dubbia origine e provenienza. In particolare, sono stati sequestrati migliaia di pezzi contraffatti,  sequestrati marijuana, hashish, ecstasy, cocaina ed eroina e segnalato alle competenti Prefetture 12 persone per detenzione ed uso personale di sostanza stupefacente. Le operazioni si sono svolte con la presenza dell’unità cinofila, un pastore belga di nome “Ulla”.
 
In questi ultimi giorni, proprio a ridosso degli avvenimenti della “Notte rosa gli uomini della Guardia di Finanza hanno posto sotto sequestro: 239 t-shirt contraffatte in possesso di un cittadino italiano in occasione della manifestazione “Rimini Music Park Rock”; 135 borse riportanti i marchi di Guess, Gucci, Prada, Chanel, Michael Kors; 300 targhette riportanti i marchi di Michael Kors, Chanel, Burberry, Louis Vuitton, Fendi, Prada, Moncler, Gucci, Guess; 420 custodie per occhiali dei marchi Dior, Prada, Cavalli, gGcci, Ray Ban, Dolce & Gabbana; 83 capi di abbigliamento recanti i marchi K-way, Fred Perry, Liu jo, Lacoste, Polo Ralph Lauren, Burberry, Disquared e 649 CD e DVD musicali.
 
I tre responsabili, un cittadino italiano ed due di origini senegalesi, sono stati deferiti all’A.G. per commercio di prodotti con segni falsi, ricettazione e violazioni delle norme che tutelano il diritto d’autore. Ad un cittadino extracomunitario è stato anche notificato un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Rimini.
 
Complessivamente negli ultimi mesi le persone denunciate per contraffazione sono state 14 con il sequestro di 3.200 prodotti contraffatti, senza considerare i circa 11.000 prodotti sequestrati in collaborazione con Reparti del Corpo di altre province risalendo la filiera del falso. E’ da tener presente che diverse segnalazioni di cittadini sono già pervenute anche al 117 sia in tema di abusivismo che di contraffazione, che verranno opportunamente vagliate e approfondite sul campo dai Reparti operativi riminesi.
 
E’ stata intensificata anche la vigilanza in materia di sommerso da lavoro ed in tale ambito è stato concluso di recente, in Santarcangelo di Romagna, un controllo nei confronti di un’impresa operante nel settore della confezione di abbigliamento, gestita da un cittadino di nazionalità cinese, accertando la presenza di 4 lavoratori “in nero” e la mancata esibizione della documentazione obbligatoria ai fini della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro con il conseguente deferimento all’A.G. del titolare.  
 
Nell’ultimo mese sono stati altresì intensificati, in concomitanza con l’incremento dei voli presso il locale scalo aeroportuale, in collaborazione con i funzionari doganali, i controlli a passeggeri in arrivo da località estere e nazionali.

< Articolo precedente Articolo successivo >