Luned 16 Dicembre06:48:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riccione, VideoLab Zanichelli: premiata classe 4 C del Liceo scientifico Volta Fellini

Scuola Riccione | 09:27 - 03 Giugno 2016

La classe 4 C del liceo scientifico Volta Fellini di Riccione si è aggiudicata il premio VideoLab, istituito dalla Zanichelli, grazie ad un’esperienza didattica guidata dalla loro prof.ssa di fisica, Giovanna Pasini. Il premio nazionale è stato l’esito di un lavoro di ricerca che i ragazzi hanno condotto in classe e che, seguendo l regolamento del concorso, hanno tradotto in un filmato, individuando scelte di divulgazione scientifica particolarmente efficaci. Il filmato è contenuto all’interno della sezione Multimedia dell’Aula di Scienze della Zanichelli. Pregevoli le motivazioni che la giuria della Zanichelli ha espresso in merito all’attribuzione del premio: «Due esperimenti diversi sono collegati con intelligenza per studiare le frequenze di risonanza. Il risultato è un lavoro articolato, ben documentato soprattutto nella prima parte. La presentazione è vivace e disinvolta. Sorprendente la visualizzazione dell’onda stazionaria mediante le palline di polistirolo.» Un risultato prestigioso, che fa onore alla didattica del liceo e che è stato siglato nella giornata di martedì 31 maggio, con la cerimonia di consegna da parte dei responsabili della Zanichelli del premio, cerimonia tenutasi presso l’aula Magna del liceo Volta Fellini di Riccione. Per capire meglio come sia maturato questo risultato, abbiamo posto alcune domande alla docente referente, Giovanna Pasini. Come si è svolto il progetto e a chi era rivolto? Il progetto è nato quasi per caso. In quarta si trattano le onde (meccaniche, sonore e luce), quindi durante la trattazione delle onde sonore ho fatto un importante approfondimento sulla musica, in particolare sulla scala diatonica di Pitagora e sulla scala temperata. Io suono pianoforte e questo argomento mi appassiona molto. Ho scoperto che anche molti di loro suonano o cantano. Abbiamo fatto esperienze con il diapason, sui battimenti. Ho usato spesso il software che nomino nel video per far loro "vedere il suono". È da questa comune passione che ho pensato di proporre un'esperienza più forte di quelle “da libro di testo”, qualcosa che li avvicinasse di più alla fisica, perché anche se pochi lo pensano, tutto quello che viviamo è fisica. Come sono stati individuati gli esperimenti che possiamo vedere nel video? Gli esperimenti proposti non li avevo mai realizzati prima. Abbiamo provato e riprovato con diversi materiali e alla fine abbiamo trovato il risultato che cercavamo. La prima esperienza è relativa alle piastre di Chladni, la seconda riguarda il tubo di Kundt. Sono esperimenti storici, quasi da museo. Infatti gli originali si trovano spesso nei musei delle Scienze. Come si è svolta la premiazione? Il progetto è nazionale e i vincitori sono sempre due video selezionati dagli autori dei testi che i ragazzi usano ogni giorno. Esiste anche la versione parallela del premio, per la chimica. Come verrà consegnato il premio? Un autore della Zanichelli consegnerà un attestato ai ragazzi, che varrà per il credito scolastico. Che ricaduta ha avuto l’iniziativa sui ragazzi e sul lavoro scolastico? I ragazzi hanno lavorato insieme, discutendo tra loro in modo sano e rispettoso. Si sono fermati di pomeriggio, hanno portato la video camera, hanno provato e riprovato con me, hanno buttato giù la bozza del testo, montato il video, hanno preparato il "gobbo" per gli attori. Insomma sono stati eccezionali.