Luned́ 03 Ottobre21:42:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Matrioska Lab Store riapre l'ex Macello comunale di Rimini per un weekend creativo

Eventi Rimini | 12:08 - 26 Maggio 2016 Matrioska Lab Store riapre l'ex Macello comunale di Rimini per un weekend creativo

A ottant’anni dalla sua costruzione, e a venti dalla definitiva chiusura, l’ex Macello comunale di Rimini in via Dario Campana torna per tre giorni, dal 27 al 29 maggio, uno spazio a disposizione della città grazie a Matrioska #9, decimo appuntamento con Matrioska Lab Store, l’evento che riunisce artisti emergenti e creativi che producono oggetti unici realizzati a mano.

Come la bambola russa da cui prende in prestito il nome, Matrioska è sempre più un contenitore e ai ‘mani-fatturieri’ che ne sono il cuore, 66 in questa edizione, si aggiungono come protagonisti per questa edizione anche i designer di domani e le contaminazioni tra diversi linguaggi artistici.

Nella Sala della grande macellazione, spazio allora a “Contenuto”, un’installazione nata dalla collaborazione di tre seminari dell’offerta didattica dei corsi universitari di moda di Rimini per esaminare “tutte le possibilità di corpo”.

Il Corridoio centrale è invece pronto a fiorire grazie con l’installazione verde “Non dimenticate che la terra si diletta a sentire i vostri piedi nudi!”, a cura di Estudio San Marino e Giardini d’autore, mentre nello stanza una volta destinata alla Tripperia per i bovini il sodalizio di due designer d’eccellenza, Corbelli&Germani, darà forma al progetto artistico “Your heart in my hand”, un’installazione che coniuga e mette in relazione amore, passione e possesso grazie al potere della suggestione visiva e della capacità d’evocazione attraverso la costruzione di ambienti.

Le cinque celle frigorifere dell’ex-Macello saranno la casa di una serie iniziative creative contraddistinte dal dialogo tra forme d’arte.

Nella prima cella, il cuoco Ivan Fantini e la fotografa Valentina Bianchi intrecceranno gastronomia, letteratura e fotografia con “qra”, mentre la seconda cella sarà il palcoscenico, sabato alle 19.30 e domenica alle 17, per le “Prove di abbandono” della coreografa e ballerina Paola Bianchi, che incontreranno le parole di Ivan Fantini, scrittore che oltre chef, e le note del musicista Fabio Barovero. “Fresh lava” è il progetto multimediale del collettivo Moho per la terza e quarta cella; nella quinta infine di nuovo un palcoscenico sul futuro con “Motion Graphic Design”, la mostra dei progetti del Laboratorio del primo anno del corso di laurea magistrale in Design.

Matrioska non pensa solo agli universitari, ma anche ai piccoli che la scuola l’hanno appena iniziata: sabato e domenica nel cortile dell’ex-Macello si alterneranno cinque laboratori per bambini. “A modo mio dipingo anch’io: Basquiat” è dedicato ai giovani aspiranti pittori, “Pensieri nascosti” insegna a disegnare la filosofia, con “Gioca e impara con Robin” sono protagonisti l’inglese e gli acquarelli, da “Tutto storto!” usciranno una serie di libri autoprodotti e quindi unici e i partecipanti di “Folla & Colla Remix” costruiranno nuovi mondi con i collage.

Continua poi la collaborazione con l’Ordine degli architetti della Provincia di Rimini: la vecchia Sala della pesa diventa Sala conferenze per ospitare “La fucina del pensiero”: venerdì 27 dalle 17 alle 19 è il turno di “Tutti in Ordine 2.0”, l’incontro che invita i creativi a raccontarsi attraverso 20 immagini da illustrare in 400 secondi, sabato 28 alle 18 dialogano sul design Matteo Ragni, due volte Compasso d’oro, e Lorenzo Palmeri, allievo del maestro Bruno Monari.

Non manca infine OFF!, il fuori salone ricreativo, a chiudere le giornate di Matrioska: venerdì dalle 19 alle 23 appuntamento con Mohoff!, un dj-set a cura di Moho che seguirà il live di Roberto Paci Dalò e Stefano Spada, e il giorno successivo, sempre agli stessi orari, con i Moscova dreamers.

< Articolo precedente Articolo successivo >