Marted́ 26 Maggio01:01:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rimini, dal 23 aprile torna la Biennale del Disegno: 'dialoghi' tra il Guercino, Francis Bacon e Paz

Cultura Rimini | 15:04 - 30 Marzo 2016 Rimini, dal 23 aprile torna la Biennale del Disegno: 'dialoghi' tra il Guercino, Francis Bacon e Paz

I disegni antichi di Guido Reni e del Guercino dialogano con quelli di Francis Bacon e Andrea Pazienza a Rimini, che dal 23 aprile torna capitale del Disegno con 27 mostre e 2.000 opere protagoniste della seconda edizione della Biennale. Ideata dal Comune di Rimini e dai Musei Comunali, la Biennale porterà a Rimini grandi maestri di ieri come Guido Reni, Guercino, Tiepolo e Canaletto, e di oggi quali Bacon, Schifano e Kiki Smith, mentre ad Andrea Pazienza sarà dedicata una monografica come al faentino Domenico Rambelli e al maestro Mario Sironi. La rassegna, che ha per tema i "Profili del mondo", inizia idealmente dal Museo della Città di Rimini con la mostra "Il racconto naturale e l'umano paesaggio", da Guido Reni a Kiki Smith. Il Museo ospita anche "La linea continua", una mostra che raccoglie la collezione di 200 disegni provenienti dai Musei Civici di Reggio Emilia, una raccolta di opere da Lelio Orsi a Omar Galliani. Alla FAR Fabbrica Arte Rimini il percorso sul racconto passa da Claude Lorrain a Giuseppe Penone, esponendo le opere di artisti che studiano il mondo attraverso le carte geografiche o che approdano al disegno che studia la natura o che interpreta il paesaggio, come Umberto Boccioni e Mario Sironi. E' il Teatro Galli a ospitare le opere del fumettista Andrea Pazienza, ma anche l'"Eroico Manoscritto", il volume della Biblioteca Malatestiana di Cesena che a novembre entrerà nei Guinness dei Primati come il manoscritto più grande al mondo. Castel Sismondo, la Rocca Malatestiana di Rimini, accoglierà una carrellata di disegni da Medardo Rosso a Domenico Gnoli passando per Carol Rama e Enrico Baj, che provengono dalla Collezione milanese Ramo. A Palazzo Gambalunga in mostra due celebri artisti contemporanei: 50 opere di Pino Pascali e 50 di Tullio Pericoli.


ANSA