Lunedì 04 Luglio12:49:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

San Leo ricorda il cittadino onorario Umberto Eco: 'gli siamo eternamente riconoscenti'

Attualità San Leo | 12:19 - 20 Febbraio 2016 San Leo ricorda il cittadino onorario Umberto Eco: 'gli siamo eternamente riconoscenti'

La "Città più bella d'Italia" piange l'amico e cittadino onorario Umberto Eco. Uomo di spiccata intelligenza e cultura, ha indissolubilmente legato il suo amore per San Leo a opere letterarie come "Il nome della Rosa" e "Il Cimitero di Praga".

Il Sindaco Mauro Guerra lo ricorda: "Una delle prime ambizioni che c'eravamo posti come Amministrazione era quella di creare un collegamento forte con l'illustre semiologo, conoscendo il suo interesse per la città (La città più bella d'Italia? San Leo: una rocca e due chiese") e per il Montefeltro. Obiettivo raggiunto con la cerimonia dell'11 Giugno 2011 che ci ha annoverato fra i pochi Comuni ad averlo quale cittadino onorario. In quell'occasione il fraterno amico Roberto Benigni declamò le varie citazioni dell'autore correlate a San Leo impreziosendo una giornata storica per la nostra Comunità. L'aspetto che più mi ha colpito del professore è stata la sua umanità, cordialità e amore per San Leo, non ha mai mancato di essere di sprono, di ausilio e significativa presenza in merito ad iniziative culturali (Montefeltro Vedute Rinascimentali, La Città del Silenzio), concerti di pregio (San Leo Festival) e progetti per l'amata Fortezza (Torrione Valadier). San Leo ha beneficiato della sua attenzione e della sua luce riflessa grazie ad un rapporto franco e diretto e pertanto la città gli sarà eternamente riconoscente".


L'Amministrazione Comunale di San Leo esprime profondo cordoglio ai familiari cui si unisce in questo triste giorno, prendendo l'impegno di dare corpo a successive iniziative in grado di rendere adeguato omaggio al proprio illustre cittadin

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}