Luned́ 04 Luglio10:36:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Casteldelci, l'impianto del parco eolico di Poggio Tre Vescovi attende il via libera del Governo

Attualità Valmarecchia | 11:17 - 17 Febbraio 2016 Casteldelci, l'impianto del parco eolico di Poggio Tre Vescovi attende il via libera del Governo

Il parco eolico di Poggio Tre Vescovi dovrebbe ricevere entro pochi mesi il via libera del governo. Parola di Roberto Schirru, coordinatore del progetto per Geo Italia, la società italo-tedesca che dal 2009 cura la nascita dell’impianto a metà fra l’Emilia Romagna e la Toscana (Comuni di Casteldelci Badia Tedalda e Verghereto). L'impianto in origine doveva essere composto da 36 turbine, alte 175 metri ciascuna diventando la struttura più grande in Italia e la seconda in Europa. Un secondo progetto è stato presentato da privati. Questa proposta dovrebbe essere composta da 9 mini aerogeneratori da 59,9 kw alti 37 metri al rotore. Tutto è però ancora in sospeso. Diversi cittadini e ambientalisti sono sul piede di guerra: l'impatto ambientale e i costi elevati, non giustificherebbero il vantaggio in termini di risparmio energetico. Per la fine del mese di febbraio è prevista una udienza del Tar sul ricorso presentato da Geo Italia contro il blocco del progetto.


Anche il Presidente della Provincia di Rimini Andrea Gnassi ha espresso il proprio parere sfavorevole, mentre il Consigliere regionale Giorgio Pruccoli ha presentato all'Assemblea Legislativa della regione Emilia Romagna un'interrogazione sulla revisione del progetto. Quello originario fu bocciato, ma il successivo non comporterebbe sostanziali modifiche riduttive, sia a livello quantitativo che qualitativo, degli elementi componenti l'impianto, con pericoli per l'ecosistema e l'assetto idrogeologico dell'area interessata, oltre al forte impatto visivo sul paesaggio. 

"Ogni intervento in zone che abbia un impatto su questo equilibrio di componenti e di valori va attentamente pensato. Perché si tratta di un equilibrio fragile, che va conservato e tutelato, che  non possiamo permetterci di perdere", ha commentato il Presidente della Provincia Gnassi.

< Articolo precedente Articolo successivo >
I vostri Commenti

tiz - 17 febbraio 2016 - 11:49 - Leggi Tutto

Contrari Governo, regione Emilia Romagna, Toscana, provincia di Rimini, Forli Cesena, non ricordo prov. di Arezzo, tutte le associazioni ambientaliste, risultato si fa lo stesso, ora chiedo ma chi comanda in questo Paese se una società privata fa quello che vuole.

Accedi con la tua mail


Primo Commento? Registrati ora!
Accedi con account Social
L'accesso sottintende l'iscrizione alla newsletter. Oppure
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}