Sabato 14 Dicembre20:46:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Università di Bologna, immatricolazioni in aumento anche a Rimini

Scuola Rimini | 08:09 - 10 Febbraio 2016 Università di Bologna, immatricolazioni in aumento anche a Rimini

Sono cresciute del 3,9% le immatricolazioni per l'anno accademico 2015-2016 all'università di Bologna: i nuovi studenti sono 23.793 contro i 22.906 dell'anno passato. Sono i dati elaborati dal Nucleo di valutazione di ateneo, secondo cui aumentano gli studenti in arrivo da fuori regione e quelli internazionali. In particolare crescono gli iscritti per le lauree in Scienze, Lettere, Economia, Ingegneria e Lingue. Stabili o in calo le immatricolazioni a Medicina, Farmacia, Giurisprudenza e Scienze politiche. Il campus di Rimini segue questa tendenza positiva: le immatricolazioni per l'anno accademico sono aumentate del 2,7%.
Dai dati emerge inoltre che l'81,4% degli iscritti ha acquisito almeno 20 crediti formativi del corso del 2014. Le lauree poi arrivano sempre di più nei tempi previsti (i laureati in corso sono passati dal 43% del 2009 al 58% del 2014) o poco più tardi: nel 2014 il 79% dei laureati ha conseguito il titolo entro il primo anno fuori corso, percentuale che era ferma al 70% nel 2009. Per il nuovo anno accademico, in particolare, gli iscritti ai corsi di laurea (primo ciclo) sono 13.994 (+4,7%), quelli delle lauree magistrali (secondo ciclo) sono 7.122 (+3,7%) e quelli dei corsi a ciclo unico sono 2.677 (+0,1%). Per quanto riguarda le singole sedi dell'Alma Mater il Campus di Bologna cresce del 3,4%; in Romagna, invece, registrano un aumento i Campus di Forlì (+12,8%), Ravenna (+5,3%) e, come detto, Rimini (+2,7%), mentre sono in lieve calo le immatricolazioni nel Campus di Cesena (-1,7%). Andando a considerare le Scuole, crescono Scienze (+11,4%), Lettere e Beni Culturali (+10%), Economia, Management e Statistica (+9,5%), Ingegneria e Architettura (+4,7%) e Lingue, Letterature, Traduzione e Interpretazione (+1,3) mentre calano seppur di poco le immatricolazioni per le scuole di Scienze Politiche (-0,9%), di Medicina e Chirurgia (-3,5%), di Farmacia, Biotecnologie e Scienze Motorie (-1,2%) e di Giurisprudenza (-1,1%). In calo anche Agraria e Medicina Veterinaria (-3,9%) e Psicologia e Scienze della Formazione (-4,6%).