Sabato 02 Luglio08:39:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Ministero dice no: niente trivelle di fronte alle coste di Rimini

Attualità Rimini | 09:21 - 07 Febbraio 2016 Il Ministero dice no: niente trivelle di fronte alle coste di Rimini

Il Ministero dello Sviluppo economico "rigetta l'autorizzazione" per le ricerche offshore di petrolio e gas alle 27 domande di concessione entro 12 miglia dalla costa. Tra queste anche Rimini. Esultano i movimenti No triv Sos Adriatico, Rimini per un mare senza trivelle, che si stanno opponendo da molti mesi alla strategia energetica
degli ultimi governi e centrata sull’utilizzo dei combustibili fossili. Ad annunciarlo è  il portavoce del ministro Federica Guidi. ''Con i 27 provvedimenti'' di rigetto, spiega una nota del ministero dello Sviluppo economico, ''è stata data piena attuazione'' a quanto previsto dalla legge di Stabilità: ''all'interno delle aree interdette'', quelle entro le 12 miglia ''non insistono più istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi''. Sono state rigettate tutte le domande di ricerca petrolifera entro 12 miglia; i provvedimenti riguardano 27 istanze tra cui appunto Rimini. I provvedimenti rientrano ''nel perimetro di attuazione della legge di Stabilità''. I 27 provvedimenti ''di rigetto, parziale o totale, di istanze di permesso di prospezione, di permesso di ricerca e di concessione di coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi ricadenti nelle aree precluse a nuove attività: le 9 istanze interamente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate; le 18 istanze parzialmente ricadenti entro le 12 miglia sono state rigettate per la parte interferente''.
“Siamo in vantaggio alla fine del primo tempo, per usare una metafora calcistica cara al nostro Premier, ma dobbiamo ancora lottare per vincere la partita”, così esulta l’europarlamentare riminese M5S Marco Affronte.

< Articolo precedente Articolo successivo >
{* Smart banner Desktop *} {* Mirror Sticky Desktop *} {* Desktop *}