Venerd 18 Ottobre14:38:51
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La vita dei dipendenti Ausl Rimini ritratta in foto artistiche, i vincitori del concorso

Sociale Rimini | 13:53 - 04 Gennaio 2016 La vita dei dipendenti Ausl Rimini ritratta in foto artistiche, i vincitori del concorso

Si sono svolti domenica 3 gennaio, presso il reparto di “Hospice – Terapia Antalgica e Cure Palliative” dell’ospedale “Infermi” di Rimini, due momenti pubblici mirati ad accrescere sempre, per quanto possibile, l’accoglienza e l’umanizzazione delle cure e dei reparti ospedalieri.


Alle ore 15 ha avuto luogo una rappresentazione del presepe vivente, effettuata da una parrocchia  di Rimini, con canti natalizi del coro parrocchiale, il tutto allestito dai volontari della parrocchia stessa in collaborazione col personale dell’”Hospice”. “Et Incarnatus Est”, il titolo dell’evento, realizzato dalla parrocchia di Santa Maria Maddalena (Rimini Celle), in collaborazione con le scuole Karis (a tutti vanno i sentiti e autentici ringraziamenti della direzione ospedaliera ed aziendale).


A seguire si è svolta una sobria cerimonia di inaugurazione di una mostra fotografica realizzata con gli “scatti” di dipendenti dell’ambito territoriale di Rimini dell’A.USL Romagna, per la seconda edizione del concorso fotografico “La vita in una foto”, organizzato sempre dal reparto di Hospice.


Nei mesi scorsi i dipendenti potevano inviare all’Hospice una foto che rappresentasse se stessi (il tema del concorso di quest’anno era “Questo sono io”). Gli elaborati pervenuti sono stati 15, utilizzati per una mostra che resterà visibile nello spazio comune dell’Hospice. Le foto, ognuna accompagnata da un titolo e da un pensiero dell’autore, sono state inoltre utilizzate per un calendario. Una giuria, presieduta dal dottor Davide Tassinari (primario dell’Hospice) e che comprendeva anche il fotografo riminese Riccardo Gallini, ha inoltre individuato quattro foto, giudicate le migliori (che si allegano): una vincitrice e tre che hanno ricevuto menzioni.


Ieri pomeriggio la cerimonia di premiazione, e di consegna dei calendari ai partecipanti all’evento (le copie restanti saranno distribuite nei vari ospedali. Va precisato che la stampa è stata offerta dalla ditta Csr di Rimini e che l’intera operazione è a costo zero per l’Azienda).



Terza menzione (già tra i vincitori dell’anno scorso) Valerio Tullio con la foto “Mens sana in corpore sano”, con la seguente motivazione: Per l’originalità e la forte attinenza con la quale è stato centrato, e al tempo stesso interpretato, il tema del concorso, e per il messaggio, che evidenzia il moltiplicarsi e lo “spezzettarsi” dell’identità umana nell’attuale società dei consumi.

Seconda Menzione Arianna Andreini con la foto “Il mio futuro” (Foto allegata), con la seguente motivazione: Per la qualità fotografica dell’elaborato, l’utilizzo della messa a fuoco, e la scelta del momento dello scatto.

Prima menzione Wilky Poggiali con la foto “Il riposo, il profumo di una nuova vita”, con la seguente motivazione: Per l’utilizzo di una tecnica inedita che conferisce all’elaborato una forte originalità.


Vincitore Matteo Ridolfi con la foto “Vacatio”, con la seguente motivazione: All’ottima qualità fotografica, all’utilizzo di una tecnica inedita affianca un soggetto che interpreta bene il tema del concorso, descrivendo l’esistenza umana come un percorso (il molo) verso qualcosa, in un universo piatto, deserto e solo a tratti popolato da figure antropomorfe.